Rolex Sydney Hobart: Black Jack prima sul traguardo, regata durissima

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>
Black Jack

Il primo verdetto della Rolex Sydney to Hobart 2021 è stato emesso: i Line Honours, ovvero la vittoria in tempo reale, è andata al RP 100 Black Jack, ex Esimit e Alfa Romeo (sotto questo nove aveva già vinto la Hobart), di Peter Harburg. La Sydney to Hobart 2021 è stata caratterizzata da una durissima bolina con mare corto e ripido e vento forte nella discesa verso sud, condizioni che hanno causato numerosi ritiri anche tra le barche maggiormente accreditate per la vittoria finale.

LA CLASSIFICA IN TEMPO COMPENSATO

La vittoria generale della regata sarà però assegnata alla prima barca classificata nella graduatoria IRC overall, e al momento è il Tp 52 Ichi Ban di Matt Allen a sembrare tra le barche favorite, anche se il leader provvisorio ha ancora oltre 100 miglia di regata da coprire prima del traguardo di Hobart.

Anche quest’anno la prova regina della vela offshore internazionale si è confermata come una sfida avvincente e mai banale, sempre incerta. Sembra che quest’edizione 2021 possa favorire le barche più “racing”, ma aldilà del risultato è la regata in se ha rappresentare un obiettivo sportivo ambizioso per tutti gli equipaggi.  Dopo lo stop a causa della pandemia del 2020, la Sydney Hobert è ritornata in questo 2021 con il percorso solito, che sta portando le barche all’arrivo dopo il passaggio nel temuto Stretto di Bass e nel Mar di Tasmania.

Tracking 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Torna su