developed and seo specialist Franco Danese

La tutela del mare arriva nelle scuole con One Ocean Foundation

Abbigliamento da barca, 3 maglioni da marinaio classici contro il freddo
10 dicembre 2021
Ecco perché sarà ancora più facile noleggiare una barca in Francia
11 dicembre 2021

Al primo One Ocean Summit Young 320 studenti di Milano hanno incontrato scienziati, ricercatori e atleti in una mattinata totalmente dedicata al mare e alla sua tutela.

One Ocean Summit Young, chi c’era

Parte da Milano il primo format di eventi destinato ai ragazzi delle scuole superiori per orientare, informare, e sensibilizzare i giovani riguardo all’importanza del mare nelle nostre vite e nelle future carriere delle nuove generazioni. Al Piccolo Teatro Strehler a pochi giorni dalla conclusione della COP26, si è tenuto il primo One Ocean Summit Young a cui hanno partecipato 320 studenti in presenza e altrettanti via streaming da tutta Italia. L’iniziativa di One Ocean Foundation è stata patrocinata dal Comune di Milano per promuovere un cambiamento educativo blu.

A intervenire in questa giornata dedicata ai giovani sono stati scienziati, ricercatori e atleti di sport acquatici, tra cui nomi noti del mondo velico: Max Sirena, Mauro Pelaschier e Furio Benussi, che hanno raccontato ai ragazzi di come la loro passione per il mare sia diventata una professione. Il panel di esperti si é confrontato con i giovani studenti in sala e online, in un dibattito sulla vita di chi lavora per il mare e il futuro delle nuove professioni blu.

Il mare è in pericolo e molti non sanno perché

Oltre ai velisti hanno riscosso successo tra i ragazzi anche gli interventi dell’apneista cagliaritana Chiara Obino, il surfista (da onda) romano Roberto d’Amico, la ricercatrice universitaria Ginevra Boldrocchi e uno dei più importanti divulgatori sui temi degli oceani, Sandro Carniel, Dirigente di Ricerca presso l’Istituto di Scienze Polari del CNR di Venezia. “E’ tutto incredibilmente interconnesso: la pioggia che cade su Milano proviene da grandi perturbazioni originatesi sull’Oceano Atlantico” – ha ricordato Carniel “Ecco perché il mare inizia da dove ci troviamo noi, indipendentemente da quali possono essere le coordinate geografiche. Ed ecco perché proteggere il mare è un impegno che spetta a ciascuno di noi”.

Quasi il 60% della popolazione giovanile a livello globale non dispone di informazioni precise sull’inquinamento degli oceani, per un futuro realmente sostenibile è quindi fondamentale informare e sensibilizzare i cittadini di domani, promuovendo progetti formativi basati sul SDG14 (Sustainable Development Goals) delle Nazioni Unite per la salvaguardia degli oceani, dei mari e delle risorse marine. “I giovani – ha dichiarato la Vicesindaco e Assessora all’Educazione di Milano Anna Scavuzzo – stanno mostrando grande attenzione ai temi del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità. Occorre sensibilizzarli anche alla tutela del mare e dell’Oceano, vista l’importanza che questo riveste per la vita sulla terra. La salvaguardia dei mari è uno degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu, su cui dobbiamo lavorare tutti”.

Le dichiarazioni dei velisti al One Ocean Summit Young

Max Sirena: “Colgo l’occasione di essere davanti a voi giovani per dire che avete sì una grossa responsabilità, ma in realtà siamo noi a chiedere aiuto a voi per gli errori che abbiamo fatto fino ad oggi. Noi velisti professionisti abbiamo il privilegio di avere come ufficio il mare e per questo ci rendiamo conto direttamente del nostro impatto e di come sia cambiato negli ultimi 20-30 anni”.

Mauro Pelaschier: “Rispettiamo il mare perché ci dà delle emozioni meravigliose e cerchiamo di viverlo un po’ di più. Sono nato prima della plastica e posso testimoniare di persona il degrado cui lo abbiamo sottoposto, dobbiamo invertire subito la rotta”.

Furio Benussi: “Il mare è il nostro campo di gioco e soprattutto di vita. Ma non è come un campo da calcio statico, perché regatando ti confronti con la natura, è un’area aperta dove devi interpretare le correnti, i venti e i cambiamenti costanti. Vivendolo di persona si percepisce la pressione cui lo sottopone l’uomo”.

Lanciata una sfida per salvare il mare

A conclusione del Summit è stata lanciata la One Ocean Young Challenge , una sfida multidisciplinare e creativa per il mare rivolta agli studenti delle classi III, IV e V delle scuole superiori del Comune di Milano. Gli studenti, che potranno partecipare singolarmente o in gruppi fino a sei partecipanti, diventeranno così protagonisti del cambiamento raccontando la propria visione e interpretazione sul ruolo del mare nelle nostre vite attraverso la scienza, l’arte e le parole.

L’impegno di One Ocean Foundation si estenderà anche nel 2022, riproponendo il format One Ocean Summit Young in altre città d’Italia con l’obiettivo di coinvolgere i giovani nella maratona per la salvaguardia degli oceani.

 


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi