developed and seo specialist Franco Danese

Tragedia alla ARC, è morto un velista. Che cosa è successo?

Un porto perfetto per chi naviga nell’Adriatico. È il Marina Sant’Andrea
28 novembre 2021
Transat Jacques Vabre: che bella Italia con Pedote e Fantini
30 novembre 2021

Tragedia a bordo dell’X4.3 “Agecanonix” alla ARC, la regata transatlantica semi-competetiva dalle Canarie a Saint Lucia, nei Caraibi. Durante la notte del 26 novembre, a sud delle Azzorre, è morto un membro dell’equipaggio francese, Max Delannoy, 73 anni. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che Delannoy sia stato colpito alla testa dal boma, mentre era in coperta per il suo turno di notte. Secondo le testimonianze pare che, nonostante un suo compagno sia riuscito a trattenerlo e a non farlo cadere in acqua, l’uomo sia morto sul colpo a seguito della botta.

Tragedia alla ARC, muore velista

I tre uomini a bordo della barca, tutti francesi, in regata nella divisione IRC, avevano optato per un percorso ben a più nord della rotta lossodromica verso Santa Lucia, con l’obiettivo di evitare i venti leggeri che interessano la rotta meridionale vicino a Capo Verde.

Il Mayday intorno alla mezzanotte del 26/27 novembre

Intorno alla mezzanotte del 26 novembre, è partita una chiamata Mayday da Agecanonix richiedendo urgentemente un intervento medico. Purtroppo, il membro dell’equipaggio ferito, Delannoy è stato dichiarato morto prima che potesse essere fornito qualsiasi aiuto esterno.

Sono stati inizialmente coinvolti, nella gestione dell’incidente, due centri di coordinamento di soccorso marittimo (MRCC), France Gris-Nez e poi Ponta Delgada, alle Azzorre, la stazione più vicina alla barca. Su richiesta dell’MRCC, la nave da crociera PV Mein Schiff 1, ha deviato per recuperare i membri dell’equipaggio. Philippe Anglade, che era ferito, e Jean-Philippe Anglade, oltre che il corpo di Max Delannoy.

Max Delannoy, il velista deceduto alla ARC (foto Facebook)

Operazioni di salvataggio complesse

PV Mein Schiff 1 è arrivata alla posizione come intorno alle 21:30 UTC (del 27 novembre). Il tempo, localmente, era forza 8 da est, con mare mosso di 4-5 metri. Le operazioni salvataggio sono state lunghe e complesse: la nave si è messa sopravento ad Agecanonix, ma in un primo momento, a causa delle condizioni meteo troppo impegnative, non è stato possibile il recupero.

Intorno alle 14:00 UTC di oggi, 28 novembre, MRCC Ponta Delgada ha riferito che l’operazione di salvataggio è stata completata con successo, con l’equipaggio e il defunto a bordo, e la nave ha fatto rotta verso Funchal, Madeira. La Agecanonix è stata abbandonata nella posizione approssimativa 29° 3.71 N, 026° 30.38 W e continua ad essere monitorata dal MRCC tramite il tracker YB di bordo.

Vi terremo aggiornati sulle dinamiche dell’incidente.

 


BLACK FRIDAY DEL GIORNALE DELLA VELA DIGITAL, SCONTO DEL 35% QUI


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi