VIDEO Tre velisti salvati nella tempesta appena prima del naufragio

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

velisti-salvatiPer fortuna che c’è la RNLI, dicono gli inglesi e gli irlandesi. Acronimo di Royal National Lifeboat Institution, è un ente fatto da volontari con un unico scopo. Salvare vite in mare. I suoi volontari forniscono un servizio di ricerca e salvataggio 24 ore su 24 lungo le coste del Regno Unito e della Repubblica d’Irlanda: la RNLI, indipendente dalla Guardia Costiera inglese (vive grazie alle donazioni private), gestisce 238 stazioni nel Regno Unito e in Irlanda e più di 240 unità di salvataggio sulle spiagge del Regno Unito e delle Channel Island. Da quando la RNLI è stata fondata nel 1824, i suoi volontari hanno salvato oltre 142.700 vite.

Salvati tre velisti prima del naufragio

Andando in ordine cronologico, l’ultimo salvataggio al “cardiopalma” ha visto protagonista una barca a vela di 40 piedi in balia del mare mosso e il vento a forza 7, al largo di Bay Ny Carrickey, nell’Isola di Man (tra il Regno Unito e l’Irlanda). A bordo dell’imbarcazione, tre velisti che hanno lanciato il Mayday via VHF alle 5.57 della mattina del 6 novembre. La barca non governava per i danni all’elica e al timone, per fortuna l’equipaggio aveva avuto la freddezza di calare l’ancora per evitare di finire a scogli.

Guarda il video del salvataggio

Ma la situazione stava velocemente peggiorando, con onde alte fino a tre metri. La RNLI è intervenuta con due scialuppe di salvataggio per far abbandonare la barca ai velisti. Poco dopo le operazioni, l’ancora non ha tenuto e la barca ha colpito le secche, perdendo la chiglia e ribaltandosi. Per un pelo!

 


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

silvio berlusconi e gianni agnelli

Silvio Berlusconi e la vela. Non fu mai amore, solo status

Non fu mai vero amore quello tra Silvio Berlusconi, scomparso oggi a 86 anni, e la vela. Grande imprenditore, quattro volte presidente del Consiglio, nato piccolo borghese, con il sogno di diventare grande, fu sempre considerato un “parvenu” dal mondo

Registrati



Accedi