developed and seo specialist Franco Danese

ARC Rally: quel sogno per tutti che si chiama Oceano

barche usate
BARCHE USATE Vendono cinque barche da crociera da 7,90 a 13,95 m
22 novembre 2021
libri di mare
Libri di mare, tre novità per sentirvi in barca anche a casa
22 novembre 2021

Il Vismara 62 Yoru e lo Swan 98 Drifter Cube dopo la partenza da Las Palmas

Mollo tutto e faccio l’Oceano. Quale velista non l’ha pensato almeno una volta nella vita. Ma alla fine, non serve mollare tutto per attraversare l’Atlantico e può essere più facile di quanto si immagini. La soluzione si chiama ARC, il Rally atlantico dedicato ai croceristi, che ogni anno porta la flotta variegata di barche che vi partecipano dalle Canarie, con partenza da Las Palmas, ai Caraibi, con arrivo a Santa Lucia, dopo 2700 miglia. Si tratta infatti di un modo per fare la traversata atlantica innanzitutto in sicurezza, dato il supporto fornito dall’organizzazione della regata che si occupa anche della formazione degli equipaggi.

L’ARC 2021 E LE BARCHE ITALIANE

L’edizione 2021 è appena partita con ben 140 barche e anche diversi equipaggi italiani che inseguono il loro sogno. Scorrendo l’entry list  troviamo il Vismara 69 Nacira di Paternò-Marchi (con a bordo il due volte Velista dell’Anno Ambrogio Beccaria), il Najad 37 Bel Ami di Gino Neglia, il Bavaria C57 JK Sail di Luca Davoli, il Neel 47 Minimole di Aldo Fumagalli, il Sun Odyssey 52.2 Mizar III di Francesco Da Rios, il Vismara 62 Yoru di Luigi Sala e lo Swan 98 Drifter Cube di Giorgio Passarella.

Una flotta molto eterogenea quella italiana, che va da barche sportive e “agguerrite” ad altre molto più cruise e con equipaggi famigliari. Del resto l’ARC è una grande festa, non è definibile come regata ma appunto come un “Rally”, infatti ai concorrenti è anche concesso di accendere il motore e poi comunicare all’arrivo quante ore di moto sono state fatte.

Ma il concetto di fondo dell’ARC è lontano dalle classifiche, che comunque ci sono, ed è prima di tutto un modo per vivere un’esperienza unica in tranquillità e “giocando” vicino ad altre barche. Ovviamente c’è chi partecipa a questo Rally anche con piglio molto sportivo, ma si tratta di una minoranza di barche, la grande comunità dei croceristi ARC sono il vero cuore di questa manifestazione.

Il percorso quest’anno si annuncia ricco di “ostacoli” meteo, a cominciare da una vasta zona di poco vento posizionata a ovest delle Canarie, pronta a sbarrare la strada alla flotta. Chi non intende accendere il motore si sta infatti già dirigendo a sud a caccia dell’Aliseo, per poi iniziare il valzer di strambate oceaniche, destinazione Caraibi.

TRACKING


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi