Il generatore che sfrutta la tecnologia della NASA per le batterie di bordo

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

 

Un’azienda italiana che da anni produce soluzioni per il mondo dei camper, dal 2020 ha lanciato un generatore geniale da installare sulle barche. Si chiama Zeus200 ed è un generatore termoelettrico che rispetta l’ambiente e si può installare su qualsiasi barca, anche quelle più piccole. Qui vi spieghiamo come funziona, vi anticipiamo che sfrutta una tecnologia della NASA.

ECCO IL GENERATORE ZEUS200 ALLA MILANO YACHTING WEEK

Dalla NASA al generatore per la barca

Fin dal 1977 la NASA utilizza la tecnologia che sfrutta Mobil Tech per far funzionare il suo generatore. Si tratta di un effetto fisico che l’agenzia spaziale sfruttò per le sonde spaziali spedite in orbita nell’ambito del programma Voyager. L’effetto Seebeck, dal nome dello scienziato che lo scoprì, è il fenomeno per cui una differenza di temperatura tra due piastre riesce a produrre degli elettroni. Nel caso dello Zeus200 la piastra fredda viene raffreddata grazie all’acqua di mare, e quella calda riscaldata tramite un bruciatore a gasolio che pesca dal serbatoio dell’imbarcazione. Grazie a questa tecnologia il generatore è in grado di erogare circa 400 ampere al giorno e 200 watt di potenza.

Perfetto da installare su barche di piccole dimensioni

Lo Zeus200 riesce ad avere bassissime emissioni nell’aria, solamente quelle derivate dal riscaldamento della piastra, ma anche bassissime emissioni sonore. Questo generatore è super silenzioso e non produce vibrazioni, perché di fatto non c’è nessun motore al suo interno! Mobil Tech consiglia di installarlo su barche a vela fino a 16 metri, anche se può andare bene pure sulle barche più grandi, a seconde delle esigenze energetiche di chi è a bordo. Un altro grande vantaggio è che potete installare lo Zeus200 un po’ ovunque, anche in gavoni piccoli e nascosti o spazi ricavati.

Sei interessato a questo generatore? Clicca qui!

Puoi contattare direttamente Mobil Tech con una mail dal suo stand alla Milano Yachting Week. Per farlo devi semplicemente cliccare qui.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Questa è la barca trasparente che puoi usare anche come tender

Navigare a bordo di un tender panoramico trasparente – come quelle prodotte da Verga1958 – è un’esperienza completamente diversa da quella del classico gommone di servizio. Immaginate di poter osservare chiaramente cosa si cela sotto la superficie marina mentre vi

Registrati



Accedi