developed and seo specialist Franco Danese

TECNICA Cambiare i filtri olio motore sulla tua barca in 10 mosse

Abbigliamento da barca, 5 scarpe da barca perfette per l’inverno in città
5 novembre 2021
Scopri come funziona uno stand digitale alla Milano Yachting Week!
6 novembre 2021

filtri olio motore

filtri olio motore

Come sostituire i filtri olio motore a bordo per non avere brutte sorprese? Ve lo spiega il “liveaboard” Fabio Portesan. Non abbiate paura di sporcarvi le mani!


Cambiare i filtri olio motore in 10 mosse

1. Identifica, nel motore, la posizione del filtro dell’olio. Assicurati prima di aver letto il manuale del tuo motore alla voce “Cambio filtri Olio e Gasolio” o simili.


 

2. Se il tuo motore ne è provvisto identifica la pompa di aspirazione olio. Se non la trovi vorrà dire che dovrai dotarti di una pompa esterna manuale.


3. Posizionata la pompa e i tamponi assorbenti per evitare perdite, utilizza un contenitore aperto come una teglia usa e getta oppure una bottiglia.


4. Nel peggiore dei casi dovrai rimuovere l’olio dall’asta di livello e se l’asta è filettata dovrai solo avvitare il tubo altrimenti dovrai pensare a soluzioni alternative e creative…


5. Il cambio d’olio va eseguito a motore caldo. Avvia il motore e lascialo girare 15 minuti poi spegni. Non aprire mai tappi con il motore acceso. Drena o pompa l’olio esausto fino alla fine.


6. Ora è il momento di cambiare il filtro dell’olio. Svita il filtro usato mantenendolo all’interno di un sacchetto di plastica pena la fuoriuscita di olio in sentina.


7. Normalmente la cartuccia dell’olio non dovrebbe potersi svitare a mano e quindi necessitate della chiave per il filtro a nastro che abbiamo a disposizione.


8. Una volta smontato il filtro usato e smaltito nel modo corretto dotati del filtro nuovo e prima di inserirlo al suo posto distribuisci una goccia di olio pulito sulla guarnizione e avvita a mano.


9. Individua il tappo dell’olio, procurati un imbuto, e versa lentamente l’olio pulito fino a raggiungere la quantità indicata. Stai attento a non metterne troppo o troppo poco.


10. Usa l’astina di livello per controllare non solo il livello min/max raggiunto ma anche per capire se l’olio nuovo è stato contaminato dall’olio vecchio. Il liquido dovrà essere quasi trasparente.


Filtri olio motore – Tutto quello che devi sapere

Probabilmente avrai già vissuto questa esperienza, magari proprio la scorsa estate: finalmente sei in barca e dopo aver fatto un’ottima cambusa da vero intenditore sei pronto a mollare gli ormeggi. Giri la chiave nel quadro comando, ma il motore dopo aver gracchiato un po’ non ne vuole proprio sapere di mettersi in moto. Sarà sicuramente difficilissimo recuperare un tecnico perché saranno tutti in vacanza, come voi.

Fortunatamente dopo un serrato giro telefonico ad amici di amici trovi una buonanima disposto a intervenire ma solo dopo avergli bonificato metà del tuo stipendio. In barca il meccanico controlla tutto e in cinque minuti capisce qual è il problema… il verdetto è “Il carburante è sporco ed ha intasato i filtri olio motore”.

Proprio per questo motivo e per evitare di rovinarti la giornata basterà sostituire regolarmente il filtro del gasolio e dell’olio dato che moltissimi stop improvvisi o guasti ai motori diesel sono proprio dovuti all’immissione di carburante impuro o olio vecchio ed esausto in tutto il sistema. Dopo l’estate, con la barca a riposo, potrebbe essere il momento opportuno per controllare lo stato del filtro e sostituirlo se necessario.

Cambio filtri olio motore, cosa ti serve

Capita spesso che questi lavoretti di service ordinario del motore non vengano eseguiti dall’armatore perché ritenuti complicati. In realtà basta veramente poca perizia e poco tempo per fare un ottimo lavoro. Proteggere il tuo motore sostituendo un paio di filtri è sicuramente una di quelle operazioni di manutenzione che puoi portare a termine agevolmente anche da solo. Basta dotarsi innanzitutto dei filtri di ricambio e di alcuni accessori e strumenti utili ai fini della buona riuscita dell’intervento che sono:

  •  Filtro Olio
  • Tamponi assorbenti olio per non sporcare la sentina
  •  Guanti in lattice per non sporcarsi
  • Rotolo di carta che in barca non deve mai mancare
  • Sacchetti di plastica
  • Chiave Olio a nastro
  • Cacciaviti se previsto dai vostri filtri
  • Piccolo imbuto
  • Bottiglie di plastica

Prima di passare al tutorial voglio ricordarti che, seppur con variazioni minime diversi tipi di entrobordo monteranno diversi tipi di filtri olio motore. Quindi come tutti i lavori in barca assicurati di aver letto prima il manuale del tuo motore alla voce “Cambio filtri Olio e Gasolio” o simili.

Il filtro dell’olio

Cambiare il filtro dell’olio è parte integrante dell’operazione del cambio olio motore. Cambiare olio spesso prolunga e non di poco la vita e la salute del tuo propulsore. Questo intervento è non solo consigliato ma necessario ogni 50 ore motore.

Se usi il propulsore per poco tempo e solo un paio di volte al mese allora dovrai procedere al cambio con più frequenza per evitare che l’olio vecchio, carico di contaminanti, particolato e sostanze corrosive agisca negativamente all’interno del motore. L’olio nuovo manterrà pulito e privo di residui il propulsore.

Cosa fare, passo per passo per cambiare filtri olio motore

In primis e se il tuo motore ne è provvisto identifica la pompa di aspirazione olio. Se non la trovi vorrà dire che dovrai dotarti di una pompa esterna manuale e di un tubo che dovrai poi inserire nel tappo di scarico olio. Troverete più comodo montare la pompa ad una paratia. I più fortunati fra noi dispongono addirittura di pompa elettrica destinata proprio a questa operazione. Anche in questo caso dovrai avere a portata di mano il manuale del tuo propulsore. Una volta posizionata la pompa dovrai utilizzare i tamponi assorbenti per evitare che l’olio si sparga “a macchia d’olio” in sentina. Purtroppo il cambio non è mai un lavoro pulito e a questo proposito devi utilizzare anche una sacchetto di plastica come base e collocare i tamponi o la carta assorbente al di sopra.

A seconda di fattori quali i kg di liquido contenuti dalla coppa, lo spazio di raccolta, la posizione del tappo o della pompa, l’accessibilità al vano lavoro dovrai decidere se utilizzare un contenitore aperto come una teglia usa e getta oppure una bottiglia.

Se proprio non hai spazio sufficiente dovrai ingegnarti utilizzando contenitori improvvisati come due o tre sacchetti di plastica utilizzati come un otre. Se opti per questa soluzione ricordati di serrare il sacchetto all’apertura con una fascetta altrimenti saranno guai.

Nel mio caso trovo che le bottiglie svolgano egregiamente la loro funzione e sono abbastanza comode per poter essere rimosse una volta piene. Nel peggiore dei casi dovrai rimuovere l’olio dall’asta di livello e se l’asta è filettata dovrai solo avvitare il tubo altrimenti anche qui dovrai pensare a soluzioni alternative e creative. La barca è bella anche per questo, spesso aguzza l’ingegno e stimola la creatività. Ad ogni modo dovrai assicurarti che il tubo sia abbastanza lungo da raggiungere il fondo della coppa dell’olio altrimenti il liquido rimasto contaminerà immediatamente il liquido nuovo.

Filtri olio motore, sempre a motore caldo

E questo dato di fatto ci porta al punto successivo. Il cambio d’olio DEVE essere eseguito a motore caldo. L’olio vecchio tende a depositare tutte le sue impurità sul fondo della coppa. L’olio freddo oltre ad essere più difficile da estrarre lascerà dietro di se residui e sporco.

Avviando invece il motore e facendo scaldare l’olio otterrete un grado di pulizia maggiore estraendo il liquido nella fase successiva. Una volta che l’olio è caldo spegni il motore. NON aprire MAI tappi con il motore acceso. Detto questo ed a seconda del metodo d te prescelto comincia a drenare o pompare l’olio esausto fino al completo esaurimento del liquido presente nel motore.

Una volta estratto abbi cura di portare le bottiglie e i contenitori pieni di olio esausto in un centro di smaltimento o ad una stazione di servizio. Ora è il momento di cambiare il filtro dell’olio.
Normalmente la cartuccia dell’olio non dovrebbe potersi svitare a mano e quindi necessitate della chiave per il filtro a nastro che abbiamo a disposizione.

Curiosamente il 99% dei filtri che puoi trovare su ogni imbarcazione è montato in posizione verticale e con l’apertura verso l’alto. Ciò è fatto per dare modo di svitare il filtro senza sversare il liquido contenuto ovunque.
Nel caso dei filtri per l’olio pare che la maggior parte dei produttori non abbia calcolato la forza di gravità e molto spesso troverete il filtro montato in posizioni che non solo permetteranno la fuoriuscita del liquido ma che in alcuni casi provocheranno vere e proprio maree nere degne di un vero disastro naturale.

Per questo motivo fai attenzione a svitare il filtro usato mantenendolo all’interno di un sacchetto di plastica pena la fuoriuscita di olio in sentina. In effetti durante questa operazione ci sono parecchie occasioni di sporcare la barca se si è disattenti.

Cingi il filtro e via con la chiave.

Filtri olio motore, non sporcare!

Cerca di non sporcare la sentina con olio o gasolio e se succede pulisci per bene prima che entrino in funzione le pompe automatiche. Lo sversamento di gasolio e olio in mare oltre ad essere un comportamento anti-ecologico può farti incorrere in salatissime multe. Marinaio avvisato! Una volta smontato il filtro usato e smaltito nel modo corretto dotati del filtro nuovo.

Cambia il filtro ogni volta che cambi olio. Prima di inserirlo al suo posto distribuisci una goccia di olio nuovo sulla guarnizione. Avvita a mano fino al momento in cui la guarnizione entra a contatto con il supporto e poi dai ancora un giro.

Questa procedura è valida per le cartucce su motori non troppo datati ma molte barche montano ancora propulsori i cui filtri sono bloccati da barra e bullone e la procedura differisce leggermente. Smonta il bullone, rimuovi la parte sottostante dell’alloggiamento e cambia il filtro. Pulisci e rimonta il filtro nuovo. Se il filtro ha a disposizione la guarnizione sostituiscila e ungila come descritto prima. Chiudi con il suo bullone.

Il cambio dell’olio

L’ultimo step di questa procedura è il cambio olio vero e proprio! Ma che olio devo usare? Minerale, sintetico, semi-sintetico, 5W-40, 10W-30?

E quanti Kg ne devo usare? Sicuramente non puoi decidere autonomamente quale è il tipo di olio raccomandato per il tuo motore e quindi dovrai controllare questo dato sul manuale del propulsore.
Individua il tappo dell’olio, procurati un imbuto, e versa lentamente l’olio pulito fino a raggiungere la quantità indicata.

Stai molto attento a non metterne troppo o troppo poco perché in entrambi i casi il motore ne soffrirà.
Un’ultima raccomandazione. Utilizza l’astina di livello per controllare non solo il livello raggiunto ma anche per capire se l’olio nuovo non è stato contaminato dall’olio vecchio. Il liquido dovrà essere quasi trasparente. Buon vento ma soprattutto… buon cambio d’olio!

Fabio S. Portesan

 


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi