developed and seo specialist Franco Danese

Perché i danni al porto di Rapallo (e le barche affondate) rischiamo di pagarli noi

comet 910
Quando Cino Ricci vinse la Middle Sea Race su un Comet 910
22 ottobre 2021
Un sogno chiamato ARC. Come partecipare alla transatlantica per tutti
23 ottobre 2021

porto di rapalloI danni derivanti dal più grande disastro portuale degli ultimi anni in Mediterraneo, ovvero il crollo della diga del Porto Carlo Riva di Rapallo a causa della mareggiata dell’ottobre 2018 (QUI vi avevamo raccontato tutto) e il conseguente naufragio di 225 tra yacht e barche a vela per decine di milioni di euro? Potremmo finire per pagarli noi.

Porto di Rapallo, Ministero delle Infrastrutture chiamato in causa?

Nell’udienza preliminare al processo per il caso Rapallo, si sono costituite ben 22 parti civili (tra queste il Porto Riva,il Codacons, Federconsumatori e alcuni proprietari degli yacht naufragati). E il Ministero delle Infrastrutture e mobilità sostenibili (Mims) potrebbe essere chiamato in giudizio come responsabile civile, e quindi, di fatto, rischia di dover pagare i danni (con soldi pubblici).

LEGGI ANCHE – REPORTAGE, RAPALLO E’ UN CIMITERO DI BARCHE

Questa, infatti, la richiesta delle parti civili al processo che vede due imputati: il dirigente del Genio civile Alessandro Pentimalli e il progettista della struttura, Ernesto La Barbera. Ci sarebbero stati infatti difetti nella progettazione nei lavori di rinforzo della diga avvenuti nel 2000, che il Genio civile si sarebbe fatto “sfuggire”.

Le prossime udienze

Prossima udienza il 3 novembre, mentre il 22 dicembre sarà la volta della discussione delle parti civili. Il 16 di novembre, invece, si terrà la seconda udienza del processo parallelo sul disastro del porto di Rapallo, relativo allo smaltimento illecito di rifiuti (anche dei relitti), con 14 persone rinviate a giudizio.


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

1 Comment

  1. Gene ha detto:

    Intanto molte Compagnie di Assicurazione, dal 2019, avevano scaricato i costi su tutti i clienti con aumenti delle polizze anche del 50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi