L’IceCat 72 è il catamarano hi-tech firmato da un archistar

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Con il Seventytwo, ICE Yachts compie un ulteriore, e decisivo, passo nel mondo dei multiscafi, affidando il progetto a Lucio Micheletti, architetto dello studio Micheletti+Partners. Questa barca ricorda molto le linee e il design moderno a cui siamo abituati ormai da qualche anno nel mondo dell’automotive, a cui chiaramente si ispira.

SCOPRI QUESTO SUPER CATAMARANO ALLA MILANO YACHTING WEEK

Un bimini particolare, simbolo del design minimal

La coperta dell’IceCat Seventytwo è pulita, sia esteticamente che dal punto di vista funzionale. La ricerca, e lo studio, condotti per realizzare questa barca hanno permesso di ridurre all’essenziale gli elementi presenti nel pozzetto, che si trova sullo stesso piano della dinette. L’aspetto minimal che a colpo d’occhio regala questo catamarano è dato anche dal particolare bimini, sportivo ed elegante, che suggerisce la continuità tra gli spazi esterni e quelli interni. Per realizzare questa barca viene utilizzata, come per tutti i catamarani Ice Yachts, la tecnica dell’infusione in multistep. Questa tecnica  che garantisce di ottenere un dislocamento finale adeguato alle caratteristiche che si vogliono dare al catamarano.

Interni luminosi ed eleganti

Lo scafo di dritto ospita la lussuosa cabina armatoriale a poppa, con cabina-armadio e bagno con doccia, mentre a prua c’è la spaziosa cabina ospiti con letto a castello e bagno con doccia. Le due cabine hanno ingressi separati, per garantire la giusta privacy a chi la desidera. Non mancano però spazi comuni dove condividere momenti in compagnia, come l’ampia dinette separata dal pozzetto solo da un vetro, che rende molto luminoso il quadrato. Anche le ampie finestrature che troviamo sulle murate giocano sul rapporto interno-esterno, uno dei punti chiave del design di questo catamarano.

Contatta il cantiere con una mail

Clicca qui se vuoi saperne di più su questo splendido catamarano. Puoi inviare una mail riempiendo il form che trovi nello stand di Ice Yachts alla Milano Yachting Week.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Speciale Porti 2024

Porti italiani. Questa è la top 20 del 2024

Con un totale di oltre 112mila posti barca l’Italia si conferma una destinazione top per il turismo nautico europeo e mondiale. Ma se dalla quantità si passa alla qualità dell’offerta di “accoglienza” sul mare, si scopre che sono solo 88

HP Watermaker SCA 100

Sette domande al dissalatore. Ecco cosa sapere su questo accessorio

  Il dissalatore è diventato un accessorio imprescindibile per molti armatori, sempre più desiderosi di averlo a bordo delle loro barche. Questa crescente richiesta può essere attribuita a diversi fattori. Innanzitutto, l’uso delle imbarcazioni si sta evolvendo: non sono più

Registrati



Accedi