Transizione ecologica nautica. Ma dove vai, se l’ecobonus non ce l’hai?

ecobonus
L’Elan GT5 (13,30 x 3,91 m) può già essere acquistata con motorizzazione elettrica.

Transizione ecologica. Una locuzione che va di moda e che sta già cambiando il nostro modo di vivere: entro il 2035 tutte le auto in vendita dovranno essere elettriche. Il mondo dell’automotive si muove, la nautica ancora incespica. Una premessa: dell’autonomia, ora, non preoccupiamoci. Chi usa la barca, nel 99% dei casi, lo fa nel weekend e per brevi uscite.

Dove vai senza Ecobobonus?

Nonostante nell’ultimo periodo abbiamo assistito a un proliferare di soluzioni elettriche e ibride anche nelle barche, manca in realtà un tassello fondamentale per far sì che il nostro paese, leader mondiale nella cantieristica per il diporto, possa davvero fare da apripista nel percorso verso le zero emissioni.

Ecobonus ai cantieri

Mancano gli ecoincentivi. Ecobonus veri, in stile automobilistico: sovvenzioni statali ai cantieri, per spingerli verso “l’elettrificazione” delle barche, dato che il lavoro di riconversione è immane e passa per nuovi disegni di carena, distribuzione dei pesi, ingegnerizzazione, gestione del ciclo di produzione e degli scarti.

Ecobonus sull’acquisto

Poi, incentivi statali all’acquisto di una barca elettrica destinati al compratore, dato che oggi, il limite, è spesso economico. A parità di dimensioni, una barca full-electric (o ibrida) di 10 metri costa dal 20 al 30% in più di una con entrobordo classico. Una buona soluzione potrebbe essere quella di elargire finanziamenti  – sempre sulla scorta dell’automotive – a chi acquista una barca con motorizzazione elettrica o ibrida. Poi, si potrebbero concedere ormeggi gratuiti o a prezzi calmierati alla boa, oltre che il transito nelle “ZTL” delle aree marine protette, a chi monta un motore elettrico.

Ecobonus ai porti

Infine, gli incentivi ai porti. Le colonnine dell’elettricità vanno riadattate per la ricarica veloce, ci sono già tanti buoni esempi (AquaCharge a Portofino e a Monaco), ma non sono gratis e i marina vanno aiutati.

Transizione ecologica nautica, ora è il momento di agire

Solo intervenendo con decisione a livello di incentivi statali sulle infrastrutture, porti, cantieri, riusciremo a navigare a zero emissioni, in silenzio, anche nelle aree marine protette. Con vantaggi per tutti: un “pieno” di energia elettrica alla colonnina, mi hanno raccontato al Salone di Genova quelli del cantiere Guarascio – che avevano in mostra la loro imbarcazione “Elektra”, 10 metri full-electric con doppio motore in asse OceanVolt da 30 kW, che ti porta tranquillamente dalla Sicilia alle Eolie con una ricarica – costa 11 euro. Altro che centinaia di euro di carburante ogni volta…

Dedicheremo un ampio servizio al mondo della propulsione elettrica e ibrida prossimamente sul Giornale della Vela. Perché il momento di agire è adesso.                                                 

Eugenio Ruocco

Siete d’accordo con noi? Fateci sapere come la pensate sul tema scrivendo un bel commento!


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

RemigoOne, il primo 1kW fuoribordo elettrico completamente integrato al mondo.

Patente nautica e motori elettrici. Facciamo chiarezza

Con l’avvento dei motori elettrici, la cui potenza commerciale è espressa in watt (il cui multiplo è il kW ovvero 1000 W) anziché cavalli vapore, potrebbe sorgerci il dubbio se, e oltre che potenza, la patente nautica sia necessaria. Abituati

Torna su