developed and seo specialist Franco Danese

INTERVISTA La seconda vita “domotica” di Raymarine

Esiste un’elica che ti fa risparmiare carburante, eccola qui!
17 agosto 2021
Il gioco del silenzio: quando l’equipaggio in regata impara a stare zitto
18 agosto 2021

raymarineIl Country Manager di Raymarine Carlo Baj: “La domanda di elettronica per la barca ora è altissima e il futuro sono i sistemi di controllo integrati”

Grandi novità in casa Raymarine: FLIR, il gruppo di cui fa parte, da maggio è stata acquisita dal colosso statunitense dell’elettronica Teledyne Technologies, oltre 15.000 dipendenti e un fatturato di oltre 3 miliardi di dollari: “Si tratta di un’ottima notizia per noi – spiega Carlo Baj, Country Manager di Raymarine per l’Italia – perché Teledyne ha già una sua divisione Marine, ma rivolta solo alla nautica commerciale. Con l’acquisizione di Raymarine entra in un mercato legato al diporto: la capacità di investimento del gruppo è alta quindi ci aspetta un periodo molto interessante”.

Carlo Baj, Country Manager di Raymarine in Italia

LA DOMANDA E’ ALTISSIMA

Una grande occasione di rilancio dopo un 2020 quantomeno “anomalo”: “Dopo un 2019 buono, sembrava che con il Covid il 2020 fosse partito nel peggiore dei modi. Abbiamo recuperato dopo giugno, chiudendo comunque al di sotto delle aspettative di inizio anno”. Ma la vera rinascita è adesso: “Vuoi perché dopo la pandemia la barca viene percepita come un bene-rifugio, in cui ti senti al sicuro, vuoi perché il lockdown ha fatto sì che chi ha conservato un lavoro ha risparmiato parecchi soldi, ora la domanda è altissima. Non esagero dicendo che supera del 50% le nostre più rosee previsioni di fatturato per il 2021. Neanche negli anni d’oro pre-crisi si parlava di tali numeri: devo dire che il fenomeno coinvolge tutta la filiera della nautica”.

Questo però si porta dietro un problema, osserva Baj: “Le grosse difficoltà di consegna, vista la domanda altissima, l’offerta limitata di componentistica base, i trasporti limitati dal Covid che fanno lievitare i costi dei corrieri. Sia per quanto riguarda l’elettronica, che nel mondo della cantieristica: oggi se vuoi comprarti una barca, che sia un gommone o un cabinato, devi aspettare fino al 2022. Ma non ci possiamo certo lamentare!”. La “bolla”, prosegue Baj, riguarda tanto il nuovo quanto l’usato: “Lavoriamo tantissimo anche sull’aftermarket, perché dopo il lockdown la gente ha voglia di spendere per riappropriarsi della barca e aggiornarla, investendo nella strumentazione elettronica”.

MAI STARE FERMI. LE ULTIME NOVITA’

La “pausa forzata” 2020-2021 non ha interrotto gli investimenti di FLIR per Raymarine nell’innovazione e questo ha dato i suoi frutti: “Abbiamo lavorato molto sulla domotica di bordo: il mercato degli strumenti sta mutando e stiamo puntando a diventare fornitori di un sistema integrato piuttosto che di un singolo prodotto come potrebbe essere un radar o un autopilota. È nato così il nostro YachtSense, che rispetto ai tradizionali sistemi di digital switching è modulare, espandibile e soprattutto completamente aperto a terze parti: in questo modo possiamo soddisfare qualsiasi esigenza di interfaccia anche tra produttori diversi. Possiamo controllare con un solo device generatore, impianto di condizionamento, pilota, salpancora, frigo, luci, tele e termocamere… tutto quello che si vuole”.

Poi, racconta Baj, il secondo passo, disponibile a breve, si chiama “YachtSense Link, che permette al sistema di domotica di collegarsi con il ‘mondo esterno’, tramite internet. Tutte le funzioni di Yachtsense possono essere controllate da remoto, con un’app su smartphone, tablet o PC. Sono poi previsti allarmi in caso di acqua in sentina, intrusioni, spostamento della barca, batterie scariche…”.

Nel “calderone” delle novità Raymarine c’è anche “la nuova cartografia Lighthouse, realizzata in quattro modalità di colore differente, per poter essere visualizzata in tutte le condizioni, sia che abbiate il sole alle spalle o in faccia, che di notte. In più, ogni tre mesi aggiorniamo il software Lighthouse per far sì che i nostri multifunzione siano sempre al passo con i tempi: l’aggiornamento può essere fatto in automatico attivando la modalità wifi dei nostri multifunzione (ad esempio quelli della serie Axiom Plus), oppure scaricando l’update sulla scheda del multifunzione a casa per poi rimontarla sullo strumento. Niente di più semplice”. www.raymarine.it

Eugenio Ruocco

 


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi