developed and seo specialist Franco Danese

Buon compleanno Estella, splendida 75enne dal passato travagliato

Ecco la soluzione per una vacanza in barca senza pensieri
9 agosto 2021
Fatti l’albero in carbonio, anche in crociera ti cambia la vita
10 agosto 2021

estella

Il ketch bermudiano del 1946 Estella (14 x 3,80 m) dopo l’ultimo restauro (foto P. Maccione)

Barca vecchia, vita nuova. Compie 75 anni il ketch Estella, che sarà una delle protagonista al prossimo raduno Vele Storiche di Viareggio. La sua storia merita di essere raccontata.

UNA BARCA PER FUGGIRE DALLA JUGOSLAVIA

Estella è un solido ketch bermudiano lungo 14 metri, costruito in robuste tavole di larice su ossatura in rovere. Il progetto è firmato dall’olandese Ericus van de Stadt, pioniere dello yacht design scomparso nel 1999, mentre Lino Puia è il nome del cantiere che l’ha varato a Pola nel 1946, quando all’epoca l’Istria era ancora italiana.

estella

Il varo di Estella nel 1946 alla Società Nautica Pietas Julia di Sistiana (TS)

Più precisamente la costruzione è avvenuta presso la sede della storica società nautica Pietas Julia, con l’aiuto di maestranze provenienti dal cantiere navale Scoglio Olivi. Per sfuggire alle persecuzioni del regime jugoslavo del Maresciallo Tito, Estella fugge da Pola con a bordo l’atleta e allenatore Bruno Puia, fratello del sopracitato Lino, che riesce a imbarcare anche alcuni scafi da canottaggio per evitare che venissero distrutti.

AFFONDATA A GENOVA!

Una volta lasciato l’Adriatico la barca arriva in Tirreno, dove purtroppo affonda all’ormeggio presso il porticciolo Duca degli Abruzzi di Genova. Ma la sua fine non è ancora segnata. Il ketch non solo viene recuperato, ma negli anni successivi partecipa anche a una serie di regate sotto il regolamento RORC (Royal Ocean Racing Club). Un documento dell’USVI (Unione Società Veliche Italiane), datato 1963, assegna infatti a Estella il numero velico 2612.

Negli anni successivi fa base alla Spezia, poi ad Anzio e dagli anni Ottanta ne diviene proprietario lo skipper professionista milanese Carlo Belenghi. La barca, oltre a navigare dalla Costa Azzurra alla Turchia, dalla Grecia alle Eolie, spesso con a bordo gli allievi dell’Associazione ‘I Venturieri’ di Chioggia, comincia a partecipare anche ai primi raduni di vele d’epoca, organizzati in seguito alla nascita nel 1982 di AIVE, l’Associazione Italiana Vele d’Epoca.

LA RINASCISTA DI ESTELLA

Nel 1994 il medico pisano Paolo Dessanti, innamoratosi delle linee della barca, la acquista affidandone le cure al cantiere viareggino Del Carlo che interviene sugli alberi (rifatti in legno douglas negli anni Sessanta dal cantiere Mestron di Varazze), la coperta, falchetta e capodibanda. Viene ricostruita la tuga e sostituito sia il 40 per cento delle tavole di larice con altrettante in pino marittimo e oltre la metà dei bagli in mogano. Poi la barca naviga tra il Tirreno e la Sardegna.

Estella

Gli interni “vintage” di Estella (foto P. Maccione)

Dal 2005 Estella si associa alla neonata Vele Storiche Viareggio e nel 2014 si aggiudica la vittoria di categoria al Trofeo Accademia Navale di Livorno. Quest’anno è tornata da Del Carlo per nuovi interventi che hanno riguardato la parziale sostituzione delle tavole in larice dell’opera morta e dell’opera viva con altre in cedro provenienti da un pregiato tronco acquistato 10 anni fa dal titolare Francesco Del Carlo, scomparso nel 2015.

La sostituzione della parte terminale del dritto di prua, l’operazione di calafataggio con cotonina e la verniciatura a smalto bianco l’hanno riportata in splendida forma, pronta per festeggiare i suoi primi 75 anni di vita al prossimo raduno Vele Storiche Viareggio, in programma presso la città toscana dal 14 al 17 ottobre 2021.

Paolo Maccione


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi