developed and seo specialist Franco Danese

“4.400 ore di allenamento, 70.000 virate, 11.000 miglia”. Così si vince un’Olimpiade

veneziani marketplace
Da oggi l’antivegetativa te la compri online e ti arriva a casa in modo sicuro
3 agosto 2021
Il Fast Cruiser comodo per tutta la famiglia è uno yacht made in Italy
3 agosto 2021

ganga bruniDietro a un grande equipaggio, c’è sempre un grande allenatore. E dietro all’impresa di Ruggero Tita e Caterina Banti, oro nel catamarano misto Nacra 17 alle Olimpiadi di Tokyo (un’oro che ci mancava da 21 anni, leggi QUI), c’è il coach Gabriele “Ganga” Bruni.

Lui, che le Olimpiadi le ha conosciute in prima persona (assieme al fratello Checco è stato olimpico a Sydney nei 49er) e che ha dovuto prendere una decisione dolorosissima, quando il DT Michele Marchesini gli ha posto la più difficile delle domande: “Chi portiamo a Tokyo? Ruggero e Caterina o Vittorio e Maelle?”. Vittorio Bissaro, che lui stesso aveva seguito e allenato nell’ambito della campagna olimpica di Rio 2016, in coppia allora con Silvia Sicouri. Non sappiamo come si sarebbero comportati a Tokyo Bissaro e Frascari, i grandi e fortissimi avversari italiani di Tita-Banti, ma con un oro in tasca non ha neanche senso porsi la domanda.

Ha senso, invece, domandarsi che lavoro ci sia, dietro a una medaglia olimpica. Per capirlo basta leggere il post che Ganga Bruni ha pubblicato su Facebook per celebrare la vittoria di Ruggero e Caterina:

GANGA BRUNI “DA’ I NUMERI”

“Alcuni numeri di questa medaglia d’oro!

Siamo stati in mare 200 giorni l’anno per 5 anni.

4.400 ore di allenamento
70.000 virate
55.000 strambate
11.000 miglia percorse in mare (circa 24 volte la distanza tra Palermo e Genova)
2 Campionati del mondo
3 Campionati Europei
58 podi in coppa del mondo

Caldo, freddo , sole, pioggia, vittorie, sconfitte, mal di schiena.

Guardare il vento e cercare di capire come si muove sull’acqua, guardare le vele e cercare di dargli la forma giusta, guardare gli atleti e cercare di farli diventare consapevoli e forti.

Adesso che siamo nell’Olimpo mi rendo conto che tutto questo è stato indispensabile.
Ruggero e Caterina sono stati perfetti!

Dedico questo mio successo ai miei Genitori, alla mia famiglia che mi ha visto poco in questi anni ed al mio amico Massimo che non tutti voi conoscono, al quale auguro di tornare presto in mare.

Tra pochi giorni sarò nella mia Palermo, sono stanchissimo ma felice.

Forza Italia, abbiamo fatto tutto questo per Te!

Arigatò, Giappone! Avrò tanto da raccontare di te ai miei figli!”


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi