developed and seo specialist Franco Danese

Un’isola minuscola, tre porti. Ecco perché Ventotene è il paradiso dei velisti

Hallberg-Rassy 340: un 10 metri così spazioso non l’avete mai visto
1 agosto 2021
Il grip definitivo per la coperta: non rovina la barca ed è bello da vedere
2 agosto 2021

ventoteneSe vogliamo davvero valorizzare le nostre isole “minori”, renderle meta di turismo nautico e di generare utili, dobbiamo prendere esempio da Ventotene. Il minuscolo gioiello dell’arcipelago Ponziano (1,89 km quadrati di isola per 693 abitanti), situato a 50 miglia da Roma e 40 da Napoli è un vero e proprio paradiso per chi lo visita in barca.

L’IMBARAZZO DELLA SCELTA

Pensate che ci sono ben tre, tra porti e ormeggi, pronti ad accogliervi. C’è quello, in fase di implementazione anche grazie alla collaborazione di Assonautica Latina, situato a Cala Rossano: per prenotare un posto barca vi basta chiamare il 3498679739 e Antonio vi risponderà (oppure andate su servizistellamaris.it). La banchina, che offre 35 posti barca fino a 24 m di lunghezza, offre, oltre ai corpi morti, energia, acqua, guardianaggio 24 ore su 24: i prezzi sono di 10 euro al metro al giorno, ma ci sono sconti se ci si ferma più di una giornata. Nel Porto Nuovo è anche presente un distributore di carburante (3383493833).

Poco distante, gli stessi servizi del Porto Nuovo sono offerti anche dal pontile galleggiante nella zona ridossata di Cala Rossano: date un chiamo al signor Modesto Sportiello al 3482525982 (oppure andate su www.ormeggimarinadiventotene.com).

Non è finita qui: potete direttamente ormeggiarvi in banchina nell’antico Porto Romano di Ventotene (40 posti barca): contattate lo 0771-85122.

PERCHE’ VENTOTENE E’ UNA PERLA

Perché Ventotene è una meta che “merita? Non solo per le bellezze naturalistiche che l’isolotto di origine vulcanica è in grado di offrire (come l’area marina protetta di Ventotene e Santo Stefano): potrete letteralmente immergervi nella storia.

Il borgo di Ventotene si è sviluppato intorno sulla roccia che domina il succitato antico Porto Romano scavato nel tufo, al quale è unito da una breve e suggestiva rampa realizzata in epoca borbonica. Vi sembrerà di stare in una cartolina. Da non perdere, una visita alle cisterne che furono costruite dai Romani perché Ventotene non ha sorgenti di acqua dolce. Si raggiungono a piedi da Piazza Castello e sono due vasche di raccolta dell’acqua piovana: la Cisterna di Villa Stefania e la Cisterna dei Detenuti. Sono ricoperte di graffiti di vita quotidiana.


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi