developed and seo specialist Franco Danese

Le regate della settimana: che bravi i giovani azzurri del Nacra 17 e nel 49er

antiscivolo
Mai più scivoloni in coperta. Tre soluzioni antisdrucciolo per la tua barca
13 luglio 2021
bandiera polacca
La bandiera polacca è per la vita. Senza burocrazia, né restrizioni
14 luglio 2021

La foto degli atleti del Nacra 17 e del 49er FX che hanno vinto i mondiali in Polonia

Ecco cosa è successo su alcuni dei campi regata italiani e internazionali negli ultimi giorni: la notizia più importante dell’ultima settimana arriva senza dubbio da Gdynia in Polonia, dove i giovani velisti del Nacra 17 e del 49er FX hanno conquistato ben due titoli mondiali.

Mondiale 420, dominio USA

Si è concluso il mondiale della Classe 420 nelle acque di Arma di Taggia e organizzato dallo Yacht Club Sanremo con il supporto del title sponsor Frecciarossa. E’ stato un affollato mondiale di Classe che ha visto in acqua e a terra ben 422 atleti in rappresentanza di 20 nazioni. Le classifiche vedono 3 titoli mondiali su 3 assegnati ai fortissimi equipaggi USA che hanno fermato quello che, inizialmente, sembrava un campionato ad appannaggio degli spagnoli. Questi i risultati finali del 420 Frecciarossa World Championships:
OPEN

  1. Tommy Sitzmann – Luke Woodworth – USA
  2. Ange Delerce – Timothee Rossi – FRA
  3. Alberto Morales – Miguel Bethencourt – ESP

Women

  1. Vanessa Lahrkamp – Katrin McNamara – USA
  2. Neus Ballester – Andrea Perello – ESP
  3. Apolline Benoit – Ambre Monnier – FRA

U 17 Open

  1. Freddie Parkin – Thomas Whidden – USA
  2. Maria Perello – Marta Cardona – ESP
  3. Marc Mesquida – Ramòn Jaume – ESP

Alla Spagna, infine, è stato assegnato il Francis Mouvet Trophy per la nazione che ha ottenuto i tre migliori piazzamenti per ogni raggruppamento.

Quei fenomeni del Nacra 17 azzurro e le ragazze del 49er FX

Si sono svolti in Polonia i mondiali giovanini delle classi Nacra 17 e 49er FX. Sul catamarano Nacra 17 Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma), hanno vinto il terzo mondiale junior consecutivo, dominando letteralmente il campionato, scartando un 5° come peggiore risultato di manche e vincendo la bellezza di 11 prove su 15. I due romani, che negli ultimi mesi hanno seguito la preparazione olimpica nel ruolo di training partner di Ruggero Tita e Caterina Banti, hanno distanziato tutti gli avversari: al secondo e al terzo posto due equipaggi francesi, nell’ordine Margaux Billy e Leo Maurin seguiti da Titouan Petard e Lou Berthomieu.
Il piazzamento degli altri due team azzurri, ancora più giovani: buon 7° posto per Andrea Spagnolli e Alice Cialfi (FV Malcesine – CV Ventotene), 10° per Gabriele Centrone (CV Crotone) e Sofia Leoni (CV Arco).

Jana Germani e Giorgia Bertuzzi (Sirena Trieste-FV Malcesine) sono invece le nuove campionesse mondiali Junior dello skiff olimpico acrobatico femminile 49er FX, con grande convinzione: nove volte in 14 regate le azzurre si sono piazzate entro i primi sei posti, e ben quattro volte seconde di manche. Al secondo posto i giovani maltesi Richard Schulteis e Max Korner, quindi le ragazze olandesi Willemijn Offerman e Elise Ruyter, e le tedesche Maria Bergman e Hanna Wille. In questa flotta di ben 54 barche questi i piazzamenti delle altre italiane: 9° Alexandra Stalder e Silvia Speri; 13° per Arianna Passamonti e Giulia Fava; 28° per Sofia Giunchiglia e Giulia Schio; 49° per le esordienti gemelle genovesi Carlotta e Camilla Scodnik.

Mondiale Optimist sul Garda

Nell’albo d’oro dei Campioni del Mondo Optimist è stato scritto un nuovo nome, che succede a Marco Gradoni, vincitore delle ultime tre edizioni: è quello del Brasiliano Alex Di Francesco Kuhl, che  ha conquistato il titolo iridato su una flotta di 259 velisti arrivati a Riva del Garda in rappresentanza di 57 nazioni. A festeggiare anche l’Italia, che ha vinto il titolo nelle regate a squadre a conferma della grande tradizione su questa barca.

Una vittoria arrivata al termine di una lunga e aperta battaglia con l’Americano Gil Hackel, il primo a congratularsi con il vincitore con un lungo abbraccio, che si è risolta solo sulla linea d’arrivo dell’ultima prova, quando Kuhl è riuscito a lasciarsi alle spalle l’atleta statunitense con soli 5 punti di vantaggio. “Un’emozione incredibile vincere il Campionato del Mondo, così lontano da casa, nel mio ultimo anno di attività nella Classe Optimist. E’ stato un Campionato meraviglioso, voglio fare le congratulazioni a tutti i miei avversari con cui le sfide sono state fantastiche” ha commentato a margine delle regate Di Francesco Kuhl prima di lasciarsi andare all’emozione nel corso di una telefonata con la madre, rimasta in Brasile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi