developed and seo specialist Franco Danese

Sogni olimpici, alla scoperta degli azzurri: le giovani speranze del 470 maschile

incidenti in barca
Boom di incidenti (e morti) in barca. Cosa sta succedendo e cosa possiamo fare
9 luglio 2021
Speciale Porti 2021: Marina di Esaom Cesa, dall’Elba crociere per le isole più belle del Tirreno
9 luglio 2021

Ferrari Calabrò

LOlimpiadi di Tokyo, riprogrammate per l’estate 2021 dal 23 luglio all’8 agosto, sono vicine e per la spedizione azzurra è tempo di iniziare a fissare gli obiettivi dato che la selezione interna è praticamente quasi chiusa. L’Italia non vince una medaglia olimpica nella vela da Pechino 2008, quando arrivò il bronzo di Diego Romero nel Laser e l’argento di Alessandra Sensini nell’RS:X. Per l’Olimpiade in Giappone, che per la vela si svolgerà ad Enoshima, l’Italia è qualificata nel Laser femminile, nei 470, negli RS:X e nei Nacra 17, non è stata invece raggiunta la qualificazione nei 49er maschili e femminili così come nel il Laser maschi. La squadra olimpica che andrà alle Olimpiadi è giovane e ambiziosa, sulla carta tutti possono arrivare alla medal race e alcuni puntare anche alla medaglia. La freccia migliore dell’arco azzurro è probabilmente il Nacra 17, ma le sorprese potrebbero non mancare. Continuiamo a scoprire, dopo Silvia Zennaro, con un altro equipaggio della spedizione azzurra, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò del 470 maschile, giovani speranze italiane. Settimanalmente il Giornale della Vela vi presenterà tutti gli equipaggi che inseguiranno il sogno olimpico a Tokyo.

470 Uomini, Giacomo e Giulio ci credono

La scelta per la selezione nazionale nel 470 è caduta su un equipaggio giovane, entrambi di 25 anni, ma già di grandi prospettive e ottimi risultati internazionali: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, entrambi romani. Negli ultimi tre anni sono arrivati sempre nella top 10 ai campionati Mondiali (6° nel 2017, 9° 2018 e ancora 6° 2019), oltre ai piazzamenti agli Europei (10° nel 2017, 8° 2018) e il 10° alla World Cup di Enoshima, Giappone, lo stesso campo di regata delle prossime Olimpiadi. Cosa possiamo aspettarci da questa coppia in vista di Tokyo? I due atleti hanno riportato il 470 maschile nelle posizioni che contano, il talento c’è, l’ingresso in medal race è l’obiettivo minimo della loro olimpiade, la ciliegina sarebbe giocarsi il podio ma non partono ancora con i favori del pronostico. Una cosa però è certa, il 470 italiano che è sempre stata una barca dove abbiamo avuto grandi timonieri, dopo un periodo di forte crisi che dura ormai da quasi 10 anni, sta ritrovando consistenza, anche per merito di questi due ragazzi che andranno a giocarsi l’Olimpiade a Tokyo. 


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi