developed and seo specialist Franco Danese

Ecco perché la VELA Cup di Capo d’Orlando (19/20 giugno) è imperdibile

velista tedesco
Stava affondando dopo aver spezzato l’albero. Velista tedesco salvato dagli italiani
17 giugno 2021
The Ocean Race Europe: Mirpuri Foundation primo a Genova
17 giugno 2021

vela cupLa Sicilia si prepara ad accogliere la TAG Heuer VELA Cup di Marina Capo d’Orlando. Sabato 19 e domenica 20 giugno, siamo certi, saranno due veleggiate da ricordare. E avete ancora tempo per iscrivervi online!

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP DI CAPO D’ORLANDO

Capo D'OrlandoPERCORSO E LOCATION MOZZAFIATO

In primis per la location, davanti alle Eolie. La sede è perfetta, il Marina di Capo D’Orlando è situato in una posizione unica, a pochi passi dal delizioso paese e da incantevoli spiagge. Il Marina offre alle barche forestiere, che vengono da “fuori” ormeggio gratuito.

Un’ottima idea è quella di sfruttare Capo D’Orlando come base di partenza per una visita, in un periodo meno affolato, le isole Eolie. La costa siciliana non è da meno, Cefalù è a poche miglia! Poi il percorso, la regata si svolge su di un percorso costiero affascinante e non dura più di quattro ore: niente burocrazia, niente tessere e certificati di stazza: le barche vengono suddivise per lunghezza, e chi primo arriva, vince nella sua categoria.

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP DI CAPO D’ORLANDO

CHI C’E’ GIA’

Sono già tante le barche iscritte e come sempre accade nelle tappe della VELA Cup si tratta di modelli molto eterogenei. Si va, ad esempio, dal Pierrot 9.25 del 1984 Utopia (barca di Leone Calabrò) e al mitico Najad Aphrodite 33 del 1992 Angelo (armatore Angelo Rotella) a barche più recenti e “corsaiole” come il blasonato J/122 Joy di Giuseppe Cascino e lo Sly 42 Loup Alvar di Francesco Siculiana, nome noto nel mondo dell’altura. Cosa aspettate a iscrivervi?

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP DI CAPO D’ORLANDO

I PREMI PER (QUASI) TUTTI

E che dire dei premi messi a disposizione dai nostri partner, oltre alla ricca bag per tutte le barche partecipanti e i preziosi piatti ai primi tre di ogni categoria? Alla TAG Heuer VELA Cup vincono “quasi” tutti. E i premi sono prestigiosi, a partire dallo splendido orologio TAG Heuer Aquaracer che si aggiudicherà la barca vincitrice della classifica in tempo compensato. Non sarà quindi necessariamente la barca più grande ad aggiudicarselo. Tutto questo grazie alla nostra formula che permette di valutare chi ha ottenuto la migliore performance, indipendentemente dal tipo di barca. e dalla sua dimensione.

Il vincitore assoluto in tempo reale vince tra tutte le barche partecipanti vince  una confezione di primer bicomonente Veneziani “Adherprox” adatto ad ogni tipo di supporto e una di antivegetativa ultrascorrevole Veneziani “Speedy Carbonium”.

Non si vince solo per abilità e per il risultato, ma anche se ti arride la fortuna. Tra tutti i partecipanti ad ogni tappa della TAG Heuer Vela Cup viene estratto il “magico” Garmin InReach, comunicatore satellitare che sa fare di tutto. Il premio è consegnato con una sacca stagna di Garmin.E un bellissimo e utile tender pneumatico VB200T di Yellow-V completamente gonfiabile che sopporta sino a 4 cv viene estratto tra tutti i partecipanti alle premiazioni della Vela Cup.

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP DI CAPO D’ORLANDO

Ci saremo anche noi del Giornale della Vela per raccontare in tempo reale la veleggiata sui nostri canali, ci vediamo in banchina al Marina di Capo d’Orlando!

Il 3/4 LUGLIO INVECE CI VEDIAMO A ROMA

Il circuito regate/veleggiate TAG Heuer VELA Cup non finisce qui! Vi aspettiamo infatti per la terza tappa al Porto Turistico di Roma il 3/4 luglio per la TAG Heuer VELA Cup 100 Vele di Roma, la 100 Vele è una storica regata aperta a tutti e giunta alla 25ma edizione. Una manifestazione per ogni velista e barche di tuttele dimensioni sia altura sia derive.

Si svolge di fronte al litorale di Roma con un percorso costiero di circa 10 miglia ad una distanza media da 300 mt a 1000 mt lungo tutte le spiagge del litorale.

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP DI ROMA

 

 

1 Comment

  1. Emilio Rotondi ha detto:

    È la terza edizione del Tag a capo d’Orlando, che conosce mo proprio per partecipare alla prima edizione…. Purtroppo nella seconda, quella del 2019, mia moglie subì un grave infortunio, con ricovero d’urgenza es operazione a Messina, e con… 10 giorni di ricovero. Non voleva più partecipare a regate…
    Ora la ho convinta, ed arrivando con il treno notturno da Roma alle 9.40 a cdo, speriamo di riuscire a fare in tempo per la regata di sabato. Saremo iin due, sulla nostra Tyche’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi