Coppa America: e se i neozelandesi se ne andassero dalla Nuova Zelanda?

La Coppa America torna a far parlare di sé sul fronte economico. E’ notizia recente il rifiuto del team neozelandese, vincitore dell’ultima edizione, dell’offerta del governo neozelandese di 75 milioni di dollari per mantenere la prossima edizione in Nuova Zelanda. Cosa c’è dietro? Il business! La scelta della sede della Coppa America è diventata una questione di soldi, molti soldi. E c’è un precedente. Nel 2007 lo svizzero Alinghi dopo aver vinto la Coppa mise in palio la sede al miglior offerente. Vinse la spagnola Valencia.

ECCO COSA E’ SUCCESSO

I media neozelandesi hanno riferito che i defender hanno rifiutato un’offerta combinata di circa 75 milioni di dollari USA dal governo neozelandese e dalla città di Auckland per il diritto di rimanere come sede della prossima sfida. Vogliono di più e stanno trattando la sede dell’evento in tutto il mondo, senza precludersi nulla.

Tuttavia, è probabile sia una fuga di notizie strategica per far leva sull’offerta. Il governo e il Consiglio hanno il diritto alla “prima migliore offerta” fino alla metà di giugno, poi sarà tutto aperto. Ma chi altro vorrebbe accettare?

I neozelandesi sono anche in difficoltà dal punto di vista finanziario: quello che hanno pagato per l’ultima America’s Cup avrebbe dovuto essere recuperato con due “cicli” di Coppa America. Poi le restrizioni COVID hanno causato un enorme buco rispetto alle entrate stimate per la prima serie appena conclusa.

E c’è un altro colpo di scena. Cosa succede se Emirates Team NZ accetta la sfida del Deed of Gift da parte della squadra britannica, INEOS Team – e perde? Chi possederebbe allora i diritti? L’intera faccenda è oscura – e non ha nulla a che fare con la vela.

Ma perché è possibile spostare la sede delle regate lontano dal paese defender del trofeo sportivo più antico del mondo? Lo dobbiamo ad Alinghi, che vinse la Coppa nel 2003. Senza uno specchio d’acqua adeguato in Svizzera, i defender fecero un accordo con Valencia. Questo il precedente che poi ha portato la Coppa alle Bermuda, ad esempio. E che potrebbe causare un altro “trasloco” di Coppa…

Ne vedremo delle belle. Come in ogni Coppa America, ormai…

 


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su