developed and seo specialist Franco Danese

Regate, regate, regate: che voglia di vela in Italia e in Oceano

Foodinghy boat
Vacanze 2021: ristorante a bordo, ci pensa Foodinghy
7 giugno 2021
GALLERY Tutte le foto della TAG Heuer VELA Cup di Chiavari!
8 giugno 2021

USA SailGP Team, Great Britain SailGP Team, Japan SailGP Team, New Zealand SailGP Team and Australia SailGP Team in action on Race Day 2 at the Italy SailGP, Event 2, Season 2 in Taranto, Italy. 06 June 2021. Photo: Bob Martin for SailGP. Handout image supplied by SailGP

Dopo un anno di grande incertezza, con tanti eventi internazionali e nazionali cancellati a causa del Covid, le regate in Italia e nel mondo sono riprese alla grande con ancora più voglia di navigare e divertirsi. Dall’oceano ai grandi eventi fino alle regate nazionali, nelle ultime settimane tante cose sono successe sui campi di regata. Andiamo a vedere quali sono stati i principali eventi e i loro protagonisti, a cominciare dal SailGp appena conclusosi a Taranto.

SailGp: Taranto c’è

Forse dal punto di vista del pubblico è stata una delle tappe più seguite da quando esiste il SailGp. L’Italia, e Taranto, hanno infatti risposto alla grande con una massiccia presenza di pubblico a terra in mare. Tutti gli occhi erano puntati su Francesco Bruni, foil controller di Team Japan, e a ogni passaggio della barca giapponese vicino le tribune il tifo è stato da torcida. Ed è stato proprio il team con a bordo Bruni, e Nathan Outteridge al timone, a vincere alla fine la tappa italiana. Il programma di regate nelle acque di Taranto si è svolto con un vento prevalentemente a regime di brezza, che non ha penalizzato troppo le performance dei veloci F50.

www.sailgp.com

The Ocean Race Europe: rotta verso il Mediterraneo

La versione europea di The Ocean Race è entrata in Mediterraneo, dopo la prima tappa da Lorient a Cascais, ed è diretta adesso ad Alicante, poi a Genova per l’arrivo finale. Sono 11 i team in regata divisi tra 6 VO65 e 5 Imoca 60. La prima trappa tra i VO65 è stata vinta da The Austrian oCEAN race Project, mentre tra gli Imoca è stato Corum a primeggiare. Da notare come in questa seconda tappa i VO65 si stiano dimostrando, almeno di bolina, più performanti degli Imoca 60 foil.

www.theoceanrace.com 

La 500: Gecko piglia tutto

Grande successo per il ritorno della mitica 500, la regata d’altura regina dell’offshore in Adriatico la cui storia è iniziata nel lontano 1974. A dominare la classifica ORC X2 è stato l’X-37 Gecko di Massimo Juris, che per l’occasione è tornato a regatare con Pietro Luciani, i due avevano fatto insieme una Transat Jacques Vabre in Class 40 facendo un’ottima prestazione. Alle loro spalle si è piazzato il First 40.7 Tasmania di Antonio Di Chiara, terzo il J-99 Tokio di Massimo Minozzi. Nella categoria ORC XTutti si impone Muzyka 2, X442 di Simone Taiuti vincitori anche della classe B e del Trofeo Challenge Super Atax riservato al migliori risultato in compensato per gli equipaggi. 

www.cnsm.org 

Loro Piana Super Yacht Regatta: raduno di regine a Porto Cervo

Nella divisione Superyacht il 33 metri Missy, costruito da Vitters su progetto di Malcolm Mckeon YD, conclude l’evento con una prestazione perfetta di quattro primi posti. Seconda posizione in classifica per lo Swan 115 Shamanna, e terzo gradino del podio per il Wally Y3K di Claus-Peter Offen con Karol Jablonski alla tattica.  Tra i Multiscafi vincitore di giornata e primo sul podio è il Gunboat 68 Highland Fling XVII, tattico Cameron Appleton, secondo gradino del podio per l’HH66 R-Six a un solo punto dal terzo, Allegra a cui non è bastato il secondo posto nella giornata conclusiva per risalire la classifica generale. 
Vasco non va mai in pensione
Al Campionato Italiano Match Race la sorpresa che non ti aspetti. Dopo tre giorni di regate, tenutesi nel tratto di laguna antistante l’isola di San Servolo e l’isola di San Giorgio Maggiore (sede della Compagnia della Vela), Vasco Vascotto si è classificato primo (CDV Muggia – Alberto Barovier, Maciel Cicchetti). Il campionato italiano Match Race – Coppa Salone nautico ha decretato il suo vincitore che rimarrà in carica per un anno. A bordo della flotta di Sb20 messa a disposizione dal circolo nautico veneziano, undici equipaggi si sono sfidati in tre belle giornate di sole, caratterizzate da un vento sufficiente in un ottimo campo di regata.
Vele d’Epoca nel Golfo: certi amori sono per sempre
Alcyone tra gli Yachts d’Epoca, varato nel 1952 su progetto del 1948, eOnfale tra gli Yachts Classici, varato nel 1962. Sono queste le barche a vela, costruite entrambe dal cantiere ligure Sangermani, che lo scorso 6 giugno alle Grazie, nel Golfo della Spezia, si sono aggiudicate la vittoria nella propria categoria in occasione della terza edizione di “Le Vele d’Epoca nel Golfo”.

RS21, buona la prima

Con gli auguri e i complimenti, raccolti in modo del tutto casuale, del Direttore Tecnico della nazionale olimpica Michele Marchesini: “bella barca, può segnare un nuovo passo nel mondo di monotipi, Bravi!”,  è cominciata a Rimini, per l’organizzazione dello Yacht Club Rimini, la Rs21 Cup. Il trofeo, realizzato da Persico Marine, verrà assegnato al termine di una stagione  che comprende quattro appuntamenti tra Adriatico, Tirreno e Lago di Garda. Undici imbarcazioni si sono ritrovate alla Marina di Rimini, radunando alcuni tra i migliori velisti italiani come Jacopo Plazzi, Niccolo Bianchi, Daniele De Luca, Alberto Bolzan, Giulio Desiderato, Federica Salvà, Carlo Fracassoli. La vittoria della classifica di tappa è andata a Caipirinha con al timone Martin Reientjes, seconda Gioia di Carlo Brenco, terza Beyond Freedom di Gianluca Grisoli. 

www.rs21italianclass.org 

Gavitello d’Argento aspettando l’Italiano ORC

Cinque le prove portate a termine (tre sabato e due domenica) tutte caratterizzate da cielo coperto e venti deboli provenienti prevalentemente da 160 con intensità massima di 10/12 nodi che hanno visto le imbarcazioni partecipanti dare vita a bellissime regate tutte risolte sul filo di lana. Il comitato presieduto da Giovanni Capitani e il suo storico gruppo di Punta Ala ha dato prova di grande abilità nel gestire la situazione ed ha sempre operato per il meglio ad ogni variazione del meteo. Molti dei partecipanti al prossimo Campionato Italiano Assoluto che si svolgerà dal 22 al 26 giugno, sempre nelle acque di Punta Ala, erano qui anche per testare le imbarcazioni e il campo di regata. Nella ORC1 terzo posto del Bolt 37 Victory di Massimo Borselli, secondo il Grand Soleil Vag 2 di Stefano Canova, vittoria per il Grand Soleil 43 Blue Sky di Claudio Terrieri. Nel gruppo B si impone L’Italia 998 Sarchiapone Fuoriserie di Gianluidi Dubbini, davanti all’11.98 Scugnizza di Enzo De Blasio e all’X-35 Dolcenera di Bisti-Lallai-Giuseppini. www.ycpa.it


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi