Europeo ORC: la vela italiana fa festa a Capri

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Fa festa la vela italiana all’Europeo ORC di Capri che si è concluso dopo la tre giorni di regate tra le boe. In tutte le tre classi in regata ci sono delle barche italiane vittoriose o a podio, a conferma di quanto l’ORC parli sempre di più tricolore, anche grazie ovviamente alla regata che si è svolta in acque italiane e aveva una forte percentuale di iscritti di barche del nostro paese.

GRUPPO A

Alla fine c’è stata la rimonta dei Tp 52. Hurakan di Marco Serafini vince il titolo iridato, secondo posto per lo Swan 45 Fever di Diederichs Klaus, terzo posto ancora per un Tp 52, Fraccia Rossa di Vadim Yakimenko. La vittoria Corinthian (non professionisti) va allo Swan 45 Tengher di Alberto Magnani davanti alla gemella Ulika di Stefano Masi, terzo il Mylius 14e55 Sexy Too di Carlo Varelli.

GRUPPO B

Tripletta di Swan 42 sul podio. Vittoria a Fantaghirò di Carlandrea Simonelli, secondo posto per Mela di Alberto Rossi, terzo per BeWild di Renzo Grottesi. Tra i Corinthian vittoria del J122 Chestress 3 di Giancarlo Ghislanzoni, secondo posto per il Grand Soleil 43 Reve de Vie di Ermanno Galeati, terzo per lo Swan 42 rumeno SetSail.

GRUPPO C

Vince l’Italia 11.98 Scugnizza di Enzo De Blasio, secondo posto per la gemella Sugar 3 di Ott Kikkass, terzo il Farr 30 tedesco Topas di Bruening che si aggiudica anche la classifica Corinthian davanti al First 35 Squalo Bianco di Concetto Costa e all’Italia 11.98 Low Noise II di Valerio Dabove.

CLASSIFICHE COMPLETE QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Ecco come funziona la prima barca a vela a idrogeno

Lo skipper britannico Phil Sharp ha di recente presentato il suo nuovo Imoca “OceansLab”, la prima barca a vela da regata che integra un sistema di energia elettrica a idrogeno. E con questa tecnologia “green” parteciperà al Vendée Globe 2024.

Torna su