developed and seo specialist Franco Danese

Morgan Freeman e le sue barche a vela (nessuna di queste è da “fighetti”)

Perdono il controllo del gommone e si schiantano contro una barca VIDEO
1 maggio 2021
TAG Heuer VELA Cup Med Odyssey
Benvenuti alla più grande regata virtuale del Mediterraneo. Iscrivetevi ora (gratis)
1 maggio 2021

morgan freemanPrendiamo spunto da un articolo apparso di recente sul blog di Luisa Fezzardini per parlarvi di un velista “insospettabile”: l’attore premio oscar Morgan Freeman. Nato nel 1937, figlio di un barbiere e una donna delle pulizie di Memphis (Tennesse), la star del cinema statunitense si è innamorato della vela quand’era trentenne, prima di diventare celebre.

Morgan Freeman in barca negli anni ’70

Freeman è un vero marinaio con tante miglia alle spalle, che, a detta sua, pratica la vela “come antidoto particolarmente efficace per guarire da Hollywood”. Le sue veleggiate includono di solito Long Island Sound, Block Island, le Elizabeth Islands, Cape Cod, la costa del Maine, e Yarmouth, Nova Scotia. Ecco tutte le barche ha posseduto nella sua lunga carriera. Morgan Freeman è un navigatore, quindi non troverete megayacht, daysailer firmati da prestigiose archistar, monumenti d’epoca. Nessuna barca “fighetta”.

TUTTE LE BARCHE DI MORGAN FREEMAN

L’Alberg 30 in navigazione. Fonte immagine: sailboatdata.com

1979 – ALBERG 30

La prima esperienza crocieristica di rilievo, per Morgan Freeman, risale al 1979, quando su un piccolo Alberg 30 puntò la prua verso i Caraibi. Assieme a lui, un equipaggio famigliare composto dalla moglie, la figlia e Zipper, il gatto di casa. Lungo 9,23 metri (lunghezza al galleggiamento 6,61) e larga 2,67, questo sloop a chiglia lunga con schegge (pescaggio: 1,31 m) è stato progettato dal designer Carl Alberg nel 1962 e costruito a partire dallo stesso anno dal cantiere canadese Whitby Boat Works. Ne vennero varati più di 700 esemplari, molti dei quali in vetroresina. Alcune delle sue caratteristiche e del suo aspetto ricordano le vecchie barche a vela in legno degli anni ’40 e ’50. La robustezza della costruzione la rende ancora oggi una barca protagonista del mercato dell’usato canadese e nordamericano.

Il Sojourner, ex barca di Morgan Freeman

ANNI ’80/’90 – SHANNON 38

Passano gli anni e per Morgan Freeman arriva il successo come attore: a partire dalla metà degli anni ottanta è protagonista di varie pellicole di successo, che dimostreranno la versatilità e il talento di Freeman. Nel 1988 riceve la sua prima nomination al Premio Oscar, come miglior attore non protagonista per “Street Smart – Per le strade di New York”.

I piani dello Shannon 38. Fonte immagine: sailboatdata.com

Invece che lasciarsi “stregare” dal mondo patinato di Hollywood e dei megayacht, Freeman diventa armatore di uno Shannon 38, Sojourner, passando dall’armo a sloop a quello a ketch, senza rinunciare però alla chiglia lunga.

Lo Shannon 38, prodotto dal 1975 al 1988 in oltre cento esemplari, è stato realizzato dal cantiere statunitense Shannon Yachts su progetto dello studio G, H. Stadel & Son/Schultz & Associates: lungo 11,51 m e largo 3,51, ha un pescaggio di 1,52 m e un dilocamento di oltre otto tonnellate. Con questa barca nel 1989 il famoso attore si spinse fino a Sombrero Rock, a nord di St. Martin, e poi, due anni dopo, iniziò una lunga crociera nelle Isole Vergini britanniche.

Freeman in navigazione sull’Afrodesia

ANNI ’90/2017 – SHANNON 43

Passano gli anni, Freeman è universalmente conosciuto, ha vinto l’Oscar nel 2005 con “Million Dollar Baby”. Con i suoi soldi, potrebbe comprarsi qualsiasi barca. Ma per lui la vela non è ostentazione: è passione, sfida. “Se vivi una vita di finzione” disse una volta Freeman, “la tua vita non vale nulla finché non fai qualcosa che metta in discussione la tua realtà. E per me, navigare in mare aperto è una vera sfida, perché è vita o morte”.

Lo Shannon 43 Afrodesia, appartenuto a Morgan Freeman, in vendita a Virgin Gorda

Ancora una volta, l’attore lascia da parte i comodi yachts da milionario e, restando fedele al marchio, acquista nella seconda metà degli anni ’90 Afrodesia, uno Shannon 43. Anche questo presenta l’armo a ketch, e viene proposto in due versioni, a chiglia lunga oppure con la più moderna lama. Freeman è un abitudinario, opta per la prima versione.

Lo Shannon 43, progetto di Walter Schultz , è lungo 13,36 m e largo 3,96, pesa 12.247 chili e pesca 1,45 m (2,62 nella versione a pinna), con 4.536 chili di zavorra. Una barca adatta alle lunghe navigazioni e ideale per chi vuole vivere a bordo per tanto tempo. Assieme ad Afrodesia, Morgan Freeman ha esplorato i Caraibi e si è spinto fino in Trinidad, prima di vendere la barca nel 2017 devolvendo l’intero ricavato in beneficienza.

E.R.


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi