developed and seo specialist Franco Danese

Coppa America, voce clamorosa: si fa nel 2022 ad Auckland?

luna rossa
GRAZIE LUNA ROSSA E’ uscito il numero speciale di 164 pagine del Giornale della Vela!
31 marzo 2021
La svolta cruise (ma veloce) di Ice Yachts: in arrivo il 60 GC e il 62 Targa
1 aprile 2021

17/03/21 – Auckland (NZL)
36th America’s Cup presented by Prada
America’s Cup Match – Prize Giving
Peter Burling (Sailor – Emirates Team New Zealand), America’s Cup Trophy, Prize Giving

Clamoroso rumors che arriva, a proposito di Coppa America, direttamente dalla bocca di Bruno Troublé. Il francese come noto è uomo ben informato sui fatti, tutti lo ricorderanno come moderatore delle conferenze stampa di questa Coppa, ma Troublé è uno che la Vecchia Brocca la conosce bene sotto tutti gli aspetti, avendola inseguita a lungo da velista. In un’intervista rilascita ai francesi di Tip&Shaft, Bruno ha rivelato un clamoroso retroscena.

L’OPINIONE DI BRUNO TROUBLE’

Riassumendo le sue dichiarazioni ecco cosa ha detto: “Quella della sfida a due a Cowes tra Ineos e Team New Zealand è poco più di uno scherzo, Grant Dalton (il grande capo dei kiwi n.d.r.) sta cercando i soldi dato che lo sponsor Emirates salterà e sta facendo una trattativa col Governo neozelandese per i nuovi finanziamenti. In questa trattativa pressa il Governo mettendo sul piatto la proposta degli inglesi, e minacciando di portare la Coppa all’estero. Ma alla fine secondo me è anche possibile che si torni in acqua ad Auckland a fine 2022, sulla scia dell’entusiasmo di questa edizione, per accontentare gli inglesi che vogliono subito una rivincita, e con gli stessi team attuali più eventuali new entry”. Questa riassunta è la posizione di Bruno Troublé che apre a scenari fino ad ora non previsti. Tutto vero? Difficile dirlo, ma certamente ci sono molte verità a partire dalla trattativa serrata di Dalton col Governo kiwi per ottenere nuovi fondi. In questo senso la proposta degli inglesi, ricca, fa comodo per fare leva sulle istituzioni politiche.

Realistico anche pensare che una Coppa fra un anno, o in realtà da dicembre 2022, magari quando buona parte del mondo sarà fuori dall’emergenza Covid, fa gola eccome alla Nuova Zelanda. Per questo motivo pare che la Prima Ministra Jacinda Arden ci stia pensando, soppesando i pro e i contro della cosa. Potrebbero entrare nuovi team in un’edizione fra un anno e mezzo? Tecnicamente si, considerando che le barche 1 dei quattro team attuali sono potenzialmente in vendita, anche se le valide sono solo quelle dei kiwi e di Luna Rossa, essendo quelle di inglesi e americani molto deficitarie su vari aspetti. Sarebbero comunque un punto di partenza per un nuovo equipaggio eventuale, soprattutto se venisse confermato che si potrà costruire solo una nuova barca. Luna Rossa attende alla finestra.

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi