Velista dell’Anno TAG Heuer – Epic 30th Edition, superati i 20.000 voti!

Velista dell’Anno TAG Heuer 2021 – Epic 30th Edition: avete già votato in 20.000!

Non poteva che essere così, visto che per i 30 anni del premio più prestigioso della vela italiana, assegnato dal Giornale della Vela fin dal 1991, abbiamo messo in gara il meglio del meglio dei velisti italiani degli ultimi 30 anni, selezionati dalla nostra redazione; mai come quest’anno il Velista dell’Anno TAG Heuer 2021 – Epic 30th Edition ha attirato così tanto interesse, voti, commenti, una vera e propria bagarre che accende gli animi dei velisti e non solo.

Per il Velista dell’Anno TAG Heuer 2021 – Epic 30th Edition potete assegnare ben 3 voti per ogni fase di votazione ai vostri beniamini: avete tempo, in questa prima fase, fino al 5 di marzo. Passano il turno i 30 più votati.

Vi verrà richiesto l’inserimento della mail per motivi di autenticazione del voto. Qui trovate il regolamento, i premi e tutte le date del Velista dell’Anno TAG Heuer 2021 – Epic 30th Edition!

VOTA SUBITO IL TUO VELISTA PREFERITO

Vediamo come stanno andando le votazioni, chi è in testa e chi “rischia” grosso.

Chi è in testa? Il duello sardo si fa sempre più acceso

Nelle prime due posizioni troviamo Simone Camba (foto a sx) e Marta Magnano (foto in alto), i due velisti sardi si stanno sfidando a colpi di voti, spalleggiati da tutto il popolo sardo e non solo. Entrambi i concorrenti che si trovano in testa hanno un grande seguito sia mediatico, che derivante dal mondo dei social.

Simone, il poliziotto velista che utilizza la vela come mezzo di riscatto sociale, è in testa con oltre 2mila voti nel momento in cui scriviamo, mentre Marta segue subito dopo con quasi 1900 voti.

Emozionante la storia di Simone che, con la sua attività di promozione della vela, a Cagliari e in tutta la Sardegna,  si occupa di inclusione sociale sia di adolescenti sardi con problematiche penali, sia di migranti, utilizzando la vela come mezzo di riscatto sociale.

Marta invece a gennaio del 2019, all’età di 28 anni, ha deciso di fare il grande salto e trasferirsi a vivere a bordo di Churingas, barca a vela di 10 metri, trasformandola nella sua “barca dolce barca” con cui girare il mondo. Insieme alle sue due inseparabili paperelle che vivono a bordo con lei, Marta è riuscita a diventare per un pubblico sempre più ampio, un vero e proprio esempio di coraggio e scelte di vita.

Scopriamo chi è in Top Ten!

-III° posto per Elisabetta Maffei “l’adriatica”

Il merito della velista pesarese è quello di aver fatto avvicinare tante persone alla vela con le sue seguitissime videolezioni “basic” online. Partita dal basso, spesso criticata da una certa comunità velica “snob”, non si è mai abbattuta ha compiuto la traversata in solitaria da Barcellona a Pesaro su un Mini 650.

 

-IV° posto per Giancarlo Pedote “L’eroe del Vendee”

Una vita per la vela, la sua. Sacrifici e duro lavoro, gli ottimi risultati alla Mini Transat (quarto e secondo posto), il grande ottavo posto al Vendée Globe da poco concluso (nessun italiano ha fatto meglio di lui). Il marinaio fiorentino, Velista dell’Anno 2016, è un esempio: se vuoi, puoi.

-V° posto per Pietro Sibello “il campione riscoperto”

Il randista dell’AC 75 Luna Rossa, Velista dell’Anno 2010, è un campione indomito. Con il fratello Gianfranco è stato il più bravo interprete della classe 49er in Italia. Nel 2008 si è visto “strappare” dal collo il bronzo olimpico per una vera e propria scorrettezza perpetrata da un equipaggio avversario e non sanzionata dai giudici di regata, nel 2012, anno nel quale avrebbe dovuto prendersi la rivincita a Londra, un angioma gli ha impedito di partecipare alle Olimpiadi. Ma si tratta di un campione indomito, che ha sempre saputo rialzarsi e superare le difficoltà. E ora ci fa sognare in Coppa America.

-VI° posto per il super timoniere Francesco Bruni “The English”

Il timoniere di Luna Rossa è uno dei velisti italiani in attività più completi, eclettici e titolati: in 30 anni di carriera sportiva ha al suo attivo 7 titoli Mondiali, 5 Europei e 15 Nazionali in varie classi, dal Laser all’altura, dalla Star al 49er ed è stato primo nel ranking mondiale ISAF di Match Race nel 2011.Ha partecipato a tre olimpiadi ed è vicecampione del mondo nella classe Moth. Questa è la sua quinta America’s Cup, la quarta con Luna Rossa…

-VII° posto per “Dodo” Domenico Lamante

Al Campionato Europeo Laser 4.7 2020 in Portogallo l’Italia ha conquistato il titolo della categoria Under 16 con “Dodo” Domenico Lamante (LNI Pescara). Lamante ha conquistato anche il terzo posto e la medaglia di bronzo nella classifica assoluta dell’Europeo: un futuro radioso di prospetta per l’atleta abruzzese.

 

-VIII° posto per “l’enfant terrible” Adriano Quan Cardi

Il giovane velista in forza alla LNI di Ostia ha trionfato al Campionato Europeo 2020 di Optimist in Slovenia, confermandosi come una delle promesse da tenere d’occhio in questo 2021…

 

 

Spanu Maddalena (sinistra)
Spanu Nicolò (destra)

-IX & X° posto per i fratelli Spanu, Maddalena e Nicolò

Nicolò (nella foto a destra) è il giovane fenomeno del windsurf, già campione del mondo U17 nel 2019 in Croazia, ha vinto ad Almerimar (Spagna) la Youth World Cup nella categoria Slalom. Quattro “heats” (prove), quattro primi. Chapeau.

Maddalena (nella foto a sinistra) ha lo stesso talento del fratello. Ad Almerimar (Spagna) ha trionfato nella sua categoria vincendo l’oro nella Youth World Cup nella categoria Slalom.

 

 

Ecco chi è “sul filo del rasoio”

In zona off-limits al 30° posto troviamo un big, forse uno dei più grandi: Mauro Pelaschier, che rischia di non entrare tra i 30 più votati. Timoniere di Azzurra nella Coppa America nell’83, fortissimo regatante (scuola Finn), ha preso e prende parte a tutte le più importanti regate d’altura nel mondo. Non perderti la classifica in tempo reale cliccando qui e dai il voto al tuo velista preferito!

 

VOTA IL TUO BENIAMINO!

Ora tocca a voi decretare chi, tra i 100 candidati in gara, selezionati dalla redazione tra i velisti più influenti degli ultimi 30 anni, passerà il primo turno della votazione. Sul sito del Velista dell’Anno potete assegnare ben 3 voti per ogni fase di votazione ai vostri beniamini. Potete darli tutti e 3 alla stessa persona, a tre velisti diversi, come preferite voi. Vi verrà richiesto l’inserimento della mail per motivi di autenticazione del voto. Qui trovate il regolamento, i premi e tutte le date del Velista dell’Anno TAG Heuer 2021 – Epic 30th Edition

 

VOTA SUBITO IL TUO VELISTA PREFERITO

 

 

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Velista dell’Anno TAG Heuer – Epic 30th Edition, superati i 20.000 voti!”

  1. Tempi da instagram… la classifica provvisoria ne è l’emblema. Sarei curioso di conoscere il curriculum velico della Magnano, ovvero quali manifestazioni ha vinto, a quali competizioni sportive ha partecipato e quali sono stati i suoi risultati. Perchè se devi competere con Bruni, Sibello, Pedote, Lamante etc. non credo siano sufficienti i selfies su instagram e i likes dei followers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

Ci sono progetti nuovi e ci sono progetti innovativi. Come anche ci sono tutti quei progetti che stanno un po’ a metà, galleggiando nel mezzo, sfiorando l’uno o l’altro limite. E poi c’è il nuovo Neo 570c, che gioca in

Quanto costa il tagliando del motore entrobordo?

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Quanto

Peggy, il Pogo 30 della vittima

Muore impiccato all’albero. Ecco cosa è successo

Tra domenica 15 e lunedì 16 gennaio, diverse unità di soccorso spagnole sono state impegnate a largo di Gran Canaria per soccorrere un membro dell’equipaggio di Poppy, un Pogo 30, rimasto impigliato nel sartiame e appeso all’albero. Nulla da fare

Torna su