developed and seo specialist Franco Danese

La storia di Luna Rossa in Coppa America: 24 anni in 10 immagini

sushi
Ecco dove mangiare il miglior sushi-fusion vista mare
21 febbraio 2021
luna rossa coppa america
La Coppa America in Italia, a Cagliari. Succede se…
22 febbraio 2021

Missione compiuta. Luna Rossa ha vinto la Prada Cup- Per la terza volta, storica volta l’Italia si gioca la Coppa America. Ci riuscì il Moro di Venezia nel 1992 e Luna Rossa, alla sua prima sfida, nel 2000. E ora, dopo 21 anni, sarà di nuovo Luna Rossa Prada Pirelli Team (dal 6 marzo) a sfidare il defender, Emirates Team New Zealand. Una storia d’amore e di odio, quella dell’ad di Prada Patrizio Bertelli per la Coppa America. Ripercorriamo le tappe della “magnifica” ossessione di Bertelli per “Vecchia Brocca”, dal 1997 ad oggi.

LUNA ROSSA STORY

1997. COSI’ E’ INIZIATO TUTTO

Patrizio Bertelli, una sera di febbraio del 1997, entra nello studio di Gérman Frers a Milano con l’idea di parlare di una nuova barca da crociera. Ne esce con un sogno, una nuova sfida italiana alla Coppa America. Nel giro di un paio di settimane nasce il nucleo dell’equipaggio che formerà la prima Luna Rossa.

1999-2000. IL SILVER BULLET E’ IN COPPA AMERICA!

È il 6 febbraio del 2000, dopo una vera e propria battaglia navale contro American One di Paul Cayard, Luna Rossa si aggiudica per 5-4 la Louis Vuitton Cup e il diritto a sfidare Team New Zealand per la Coppa America. Patrizio Bertelli alza la coppa piena di Champagne e la rovescia in testa all’amico Antonio Marrai.

Proiettile d’argento, “Silver Bullet”, così venne ribattezzata dal pubblico neozelandese la prima Luna Rossa. Francesco De Angelis al timone, la stella olimpica brasiliana Torben Grael alla tattica, un equipaggio con i migliori talenti italiani. Fin dagli inizi della Louis Vuitton Cup, la selezione sfidanti, Team Prada sembrò una delle barche da battere. Una sconfitta contro Stars&Stripes di Dennis Conner, e il disalberamento contro America One di Cayard, misero a rischio il passaggio del turno nelle semifinali, ma Luna Rossa alla fine passò. La finale sfidanti contro Cayard fu una battaglia senza fine che tenne col fiato sospeso milioni di italiani fino alla vittoria per 5-4.

2000. QUELL’UNICO, BEFFARDO INCROCIO

È il 20 febbraio del 2000, al primo incrocio Luna Rossa, timonata da Francesco De Angelis, con il brasiliano Torben Grael alla tattica, passa davanti a Team New Zealand. Nella notte italiana sono urla da stadio, ma sarà l’unico incrocio in cui la barca italiana avrà la meglio. I kiwi cancellano per 5-0 Team Prada, una sconfitta totale, netta e senza appello. Ma è l’inizio di una lunga storia.

2003. SECONDA SFIDA, POCA FORTUNA

La seconda Luna Rossa non è baciata dalla fortuna. Il progetto di Doug Peterson, già designer di ITA 45 nel 2000, non funziona. Luna Rossa è meno veloce degli altri sfidanti e il cammino verso la Coppa si interrompe in semifinale.

2007. LA PRIMA VOLTA DI JIMMY

Luna Rossa ingaggia l’australiano James Spithill, che al timone di One World eliminò gli italiani nel 2003. Jimmy è un talento in partenza, Luna Rossa nelle acque di Valencia è veloce, ma non quanto Team New Zealand che in finale sfidanti la strapazza 5-0.

2013. CAT FUTURISTICO

La sfida del 2013 nasce più con la voglia di restare nel “circo” che con la possibilità di vincere. Con gli futuristici cat AC 72 Luna Rossa arriva alla finale sfidanti, ancora una volta battuta dai kiwi (che perderanno con Oracle Team USA). Potete vedere il maxi catamarano ancora oggi al Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo Da Vinci di Milano.

2015. “IO NON CI STO”

Dopo avere avviato la progettazione per la nuova barca, Luna Rossa si vede cambiare da Oracle il regolamento e la misura dello scafo. Bertelli ritira il team, ma presta uomini (tra cui Max Sirena) e tecnologia ai neozelandesi (che poi vinceranno la Coppa a Bermuda).

2017. DI NUOVO CHALLENGER OF RECORD

Il 26 giugno del 2017, nello stesso momento in cui Team New Zealand taglia il traguardo e vince la Coppa, Agostino Randazzo (Presidente del Circolo della Vela Sicilia, nella foto in secondo piano a destra, in primo piano Francesco Longanesi Cattani), consegna la sfida al commodoro del Royal New Zealand Yacht Squadron.

2019. BENVENUTA LUNA VOLANTE

Il 2 ottobre 2019, davanti a un grande pubblico a terra, sul molo Ichnusa di Cagliari, e in mare, Miuccia Prada battezza la quinta Luna Rossa, questa volta in versione AC75, dotata di foil e volante. Alle sue spalle il marito Patrizio Bertelli, lo skipper Max Sirena, e Marco Tronchetti Provera.

2021. ORA CI GIOCHIAMO LA COPPA

Gennaio-febbraio 2021. Dopo aver sbaragliato American Magic con un secco 4-0 in semifinale e massacrato 7-1 gli inglesi di Ineos Team UK in finale, Luna Rossa (timonieri Francesco “Checco” Bruni e Jimmy Spithill) vince la Prada Cup guadagnando l’accesso alla Coppa America e il diritto di sfidare il defender Emirates Team New Zealand. L’ad di Prada è alla sua sesta sfida in Coppa, a 75 anni: si gioca veramente tutto. O tutto o niente.

 


SEGUI LIVE LE REGATE DI LUNA ROSSA!

QUI TROVI TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULLA COPPA AMERICA E SU LUNA ROSSA

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi