developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO Perché Luna Rossa vola? Ve lo spiega chi la fa volare

TOCCA A TE! Vota subito il Velista dell’Anno TAG Heuer 2021 – Epic 30th Edition
15 febbraio 2021
Alinghi pronta a ritornare in Coppa America?
15 febbraio 2021

In attesa che la Prada Cup riparta, dopo lo stop per il “mini lockdown” neozelandese, approfittiamo per ripassare i fondamentali. In cattedra un professore d’eccezione, Mario Caponnetto, ci spiega come fa a volare Luna Rossa. Come si progetta una barca volante? Cosa succede sopra, cosa succede sotto? Ne abbiamo parlato direttamente con il CFD (Computational Fluid Design) Leader di Luna Rossa Prada Pirelli Team. Quello che, in soldoni, la fa volare!

Una videointervista imperdibile che trovate al link qui sotto, nell’area eventi della Milano Yachting Week – the Digital Boat Show:

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A MARIO CAPONNETTO

CHI E’ MARIO CAPONNETTO
Mario, nato a Genova nel 1961, ha una laurea in Ingegneria Navale e Meccanica. Ottimo velista, ha raggiunto importanti risultati sia sulle derive che sulle imbarcazioni IMS.  La sua prima esperienza in Coppa America fu in occasione della sfida de il Moro di Venezia come responsabile del CFD e delle prove in vasca navale. Per molti anni ha lavorato come ricercatore prima presso l’Università di Genova e in seguito presso la EPFL (École Polytechnique Fédérale de Lausanne). Ha fatto parte del team Luna Rossa dal 2004 al 2007 per poi diventare membro del team di Oracle dal 2007 al 2013, con la quale ha vinto due America’s Cup, e di BAR nel 2017. È co-fondatatore della Caponnetto-Hueber company.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A MARIO CAPONNETTO

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA ALLO SKIPPER E TEAM LEADER DI LUNA ROSSA MAX SIRENA

SCOPRI TUTTI I SEGRETI DI LUNA ROSSA NEL PADIGLIONE DELLA MILANO YACHTING WEEK

3 Comments

  1. Tommaso Martino ha detto:

    Buongiorno,mi chiamo Tommaso Martino,seguo con passione,ed interesse,le gare di Luna Rossa,una Barca veramente eccezionale tecnicamente parlando,come il suo equipaggio,praticamente perfetto.Tuttavia,penso che potrebbe ancora migliorare,in termini di velocità,parliamo di dieci nodi(10) in più,aumentando la portanza e diminuendo il peso con un dispositivo pensato da me.

  2. Carlo Salvetti ha detto:

    CARATTERISTICHE DEL CAMPO DI GARA
    Da ignorante delle regole scritte in proposito alla specifica competizione dell’America’s Cup e di quanto in proposito della trascorsa competizione della Prada Cup, ho notato che tutte le gare di sono svolte con vento di poppa o di prua e comunque sempre con una direzione pressoché perpendicolare rispetto alla linea di partenza.

    Spesso le competizioni per altre classi si svolgono su tre boe comprendendo normalmente anche un lato con vento al traverso.

    Perché nelle più recenti competizioni sopra richiamate non ci si è mai trovati in quest’ultima condizione di vento?

    Tale condizione è stata fortuita o conseguente ad una precisa scelta?

    E se è conseguente ad una precisa scelta, il motivo sta nell’idrodinamica specifica della classe AC75 che non è in grado di sopportare tale condizione?

    O per quale altro motivo?

    Grazie della vostra attenzione e grazie anche di una vostra cortese risposta.

    Forza Luna Rossa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi