developed and seo specialist Franco Danese

Luna Rossa in finale di Prada Cup, spazzata via American Magic

A tu per tu con Giancarlo Pedote dopo l’arrivo del Vendée Globe. VIDEO
29 gennaio 2021
perini navi
Come muore un cantiere che ha fatto la storia della vela
30 gennaio 2021

Nessuna concessione all’avversario, nessun tentennamento. Luna Rossa doveva essere cinica, spietata, e lo è stata. American Magic prepara il check out all’Hotel, impacchetta la barca, fa le valigie e torna a casa. La Coppa America è un gioco crudele, e questa semifinale ne è stata la massima dimostrazione. Da una parte un equipaggio in continuo crescendo, Luna Rossa, sia come velocità che come confidenza con il mezzo e intesa a bordo. Dall’altra parte un equipaggio che è sembrato in parabola discendente aldilà della scuffia, quasi sopraffatti dal mezzo, alla fine ha vinto il team più in forma e probabilmente la barca più veloce.

Per Luna Rossa adesso si apre la strada verso la finale contro Ineos Team UK, una sfida totale al meglio delle 13 regate contro gli uomini di Ben Ainslie. Si inizia il 13 febbraio, si chiude il 22, con due regate al giorno. 

RACE 3

Dean Barker prova a essere più aggressivo rispetto a ieri e cerca di prendere il sottovento a Luna Rossa. James Spithill e Checco Bruni sembrano optare per la destra del campo, infatti Luna Rossa resta abbastanza alta e orzata in posizione difensiva, con la distanza laterale che si è creata American Magic non riesce a stoppare gli italiani da sottovento e Luna Rossa parte in velocità e sopravvento, con il vantaggio delle mure a dritta al primo incrocio. Alla prima virata vicino al confine del campo, Luna Rossa stramba in contemporanea di American Magic, e chiude immediatamente la distanza laterale costringendo gli americani a rivirare. Da qui in poi calano le tenebre per gli americani e Luna Rossa replica la performance di ieri, sempre in crescendo, nonostante gli americani restino tutto sommato in regata fino all’ultimo lato. Bruni e Spithill vanno a tagliare con 35 secondi di vantaggio.

RACE 4

Spithill e Bruni tornano molto aggressivi in acqua e vogliono chiudere la questione ottenendo il quarto punto della serie. Bloccano ancora una volta da sottovento l’avversario e partono in controllo totale. American Magic però “precipita”, a ogni virata il movimento dei foil non è fluido, la barca accusa degli evidenti problemi tecnici, e Dean Barker finisce varie volte fuori dai confini prendendo penalità. La regata di fatto finisce qui, il seguito è un lento trascinarsi si American Magic nel giorno indubbiamente più drammatico della propria campagna. Il distacco finale di 3 minuti e 51 è fin troppo severo per Therry Hutchinson e i suoi, che tornano a casa con una sconfitta cocente al termine di una campagna che si è rivelata fallimentare.

Mauro Giuffrè

Se vuoi rivedere la regata in differita con il commento de Il Giornale della Coppa ecco il video con la nostra diretta notturna, all’interno del quale troverete anche alcune semplici indicazioni (dal minuto 33) su come coordinare la nostra telecronaca con le immagini ufficiali del canale America’s Cup di Youtube. Il Giornale della Coppa vi da appuntamento alla finale di Prada Cup, non perdete di vista i nostri social nei prossimi giorni per conoscere la nostra programmazione. 

 

1 Comment

  1. Andrea ha detto:

    Ciao ritengo che non avere, comunicare le novità tecniche delle barche di coppa america sia un vostro grosso limite. Credo che seguirvi ancora abbia poco senso.
    Senza rancore. Dr Andrea Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi