developed and seo specialist Franco Danese

Buon compleanno Amerigo Vespucci, icona italiana

Cosa vuol dire RS? Scoprilo nei nuovi Ice Yachts supersportivi
25 gennaio 2021
Vendée Globe: Dalin è a Finisterre, parte la volata finale
26 gennaio 2021

Correva l’anno 1962, e si narra che l’Amerigo Vespucci stesse incrociando non lontano dalla portaerei americana Indipendence. L’unità americana contattò via radio quella italiana e domandò: “chi siete”? “Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana” fu la risposta. Seguirono tre colpi di sirena da parte dell’Indipendence e una frase via radio: “Siete la nave più bella al mondo”.

Non sappiamo se ogni passaggio di questo racconto corrisponda a verità o dove inizi la leggenda, ma quello che sappiamo di certo è che l’Amerigo Vespucci compie 90 anni in questo 2021. Il varo di quella che è considerata come una delle navi scuola più celebri della nostra Marina avvenne infatti nel 1931, il progetto era stato realizzato dall’ingegnere Francesco Rotundi, e andò in acqua presso i regi cantieri navali di Castellamare di Stabia. Il primo dei 122 comandanti che solcarono il suo ponte fu Augusto Radicati di Marmorito e fin dalle prime miglia della sua storia la Vespucci, gemella del Cristoforo Colombo, fu impiegata come nave scuola per gli allievi, compito che svolge ancora oggi che è la nave più anziana in attività per la Marina Militare.

Tantissimi gli aneddoti che riguardano la Vespucci, soprattutto nel periodo tra il 1964 e il 1965 quando fu sotto il comando della leggenda Agostino Straulino. Il Comandante, due volte medaglia olimpica nella classe Star, mostrò a tutto il mondo come la Vespucci fosse in grado di manovrare alla grande a vela. Si esibì in un’uscita spettacolare dal porto di Taranto, raggiungendo poi il record di velocità della nave a oltre 14 nodi, e risalendo a vela addirittura il Tamigi sotto gli occhi attoniti della marina britannica.

Tra le missioni della nave ci sono stati anche tanti viaggi di rappresentanza, da ambasciatrice della Marina italiana nel mondo, come la presenza ad Auckland nel 2002 per la Coppa America. Oggi il comandante dell’Amerigo Vespucci è Gianfranco Bacchi a cui tocca il compito di portare avanti la storia di quest’icona italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi