Scopri la videostoria della nautica da chi l’ha reinventata: Luca Bassani

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

luca bassaniAlla Milano Yachting Week – The Digital Boat Show vi raccontiamo la storia della nautica, a vela e a motore, narrata da chi le barche le ha reinventate.

Esagerati? No, perché questa storia ve la racconta un personaggio d’eccezione, Luca Bassani, il fondatore del cantiere Wally che ha reinventato in pratica le barche e le ha rese quelle che sono oggi.

Se le barche sono più facili da usare, se sono più belle, pratiche lo dobbiamo in buona parte a lui, Bassani.

Andar per mare all’insegna del piacere

E sapete qual è in sintesi la sua ricetta? E’ quella di andare per mare all’insegna del piacere e del comfort. Con belle sensazioni di andare il più veloce possibile…tanto per mare non ci sono strade, stop, divieti di velocità!

Luca Bassani, due video per una storia

Siete pronti gustarvi la storia della nautica attraverso la storia di Luca Bassani? Ecco dove trovate nello spazio Eventi della Milano Yachting Week – The Digital Boat Show le affascinanti ed istruttive videointerviste:

BARCHE A VELA: La storia della vela degli ultimi 45 anni secondo Luca Bassani la trovi QUI

BARCHE A MOTORE: La storia delle barche a motore secondo Luca Bassani la trovi QUI

Un ultimo consiglio, godetevele tutte e due, perché in questo caso la passione del mare che trasmette Luca Bassani non ha confini e divisioni. Per una volta il mondo della vela e del motore si riuniscono. Buona visione!

ENTRA NEL PADIGLIONE EVENTI DELLA MILANO YACHTING WEEK

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Scopri la videostoria della nautica da chi l’ha reinventata: Luca Bassani”

  1. “Bell’incentivo quello di “Usare” il mare a modo di usa e getta ma questo principio non si adatta al mare dove magari ci si lascia pure la spazzatura e magari si pensa che qualcuno la vada a prelevare, e poii quell’andare veloce senza nemmeno il tempo per vedere le meravilgie del mare e poi quel pericoloso incitamente ad andare per mare “senza remore ne impedimenti” nemmeno fossimo soli al momdo; invece perché non dire che il “Mare” insegna proprio il contrario ossia l’educazione, le regole e regolamenti per evitare l’abbordo con altre imbarcazioni, regole alle quali bisognas sottostare pena la morte di qualc’un che magari stava l’i solo a pescare…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Ti serve energia a bordo? Prova questi generatori!

Aria condizionata (e riscaldamento d’inverno), frigoriferi, dispositivi elettronici come tablet, PC e smartphone oppure attrezzi utili per cucinare. Sono solo una parte dei tantissimi apparecchi che sono ormai (quasi) indispensabili a bordo ma che richiedono energia per funzionare. Con i

Registrati



Accedi