developed and seo specialist Franco Danese

America’s Cup: Team New Zealand adesso fa davvero paura. FOTO

VIDEO In navigazione sul nuovo Grand Soleil 44 con il suo progettista
11 dicembre 2020
Alla MYW l’orologio che ha vinto la Coppa America. Che regalo di Natale!
11 dicembre 2020

Emirates Team New Zealand sail their AC75 ‘Te Rehutai’ on the Waitemata Harbour in Auckland, New Zealand on the first day of practice racing ahead of ACWS Auckland

Il conto alla rovescia è iniziato, il mondo velico attende di vedere la prima sfida ufficiale tra due AC 75 in Coppa America e manca ormai pochissimo. Il 17 dicembre, dalle 4 del mattino, in diretta su Rai 2, Sky Sport, e sui canali Youtube e Facebook ufficiali dell’America’s Cup, prenderanno il via le America’s Cup World Series, in programma fino al 19 dicembre, con la Christma’s Race il 20 dicembre.

Facciamo una premessa: queste regate non hanno alcun peso in vista della Coppa America vera e propria, la cui selezione sfidanti (Prada Cup n.d.r.) inizierà il 15 gennaio. Ma saranno significative intanto per il pubblico, per vedere finalmente in acqua gli AC 75 dopo due anni di attesa, e poi per i team in regata. Nessuno ovviamente ci starà a perdere, e tutti vorranno capire a che punto si trovano nello sviluppo della barca rispetto agli avversari. Se da un lato tutti e quattro i team, dato che il defender Team New Zealand prenderà parte a questo step per poi eclissarsi e aspettare lo sfidante in finale a marzo 2021, hanno ormai fatto le scelte più importanti per quanto riguarda il design generale della barca, dall’altro queste prime regate serviranno a verificare quali piccole ma importanti modifiche apportare per essere più competitivi. Qualcuno potrebbe nascondere ovviamente le sue carte migliori, dato che all’inizio della Prada Cup manca ancora un mese, ma in generale queste regate verranno prese con molta serietà dagli equipaggi dato che di fatto sono le prove generali della Coppa che verrà.

In questi giorni le acque di Auckland del resto sono state caldissime, con le prime regate di pratica tra le boe. Qualcuno, come Ineos Team UK, ha disertato tutte le sessioni di prove ufficiali, probabilmente a causa di lavori in corso sull’AC 75. American Magic ha preso parte solo alla prima giornata, Luna Rossa a due, i kiwi invece sono scesi sempre in acqua. Sicuri, dominanti, gli uomini di Team New Zealand hanno dimostrato di essere in grande forma e assolutamente in confidenza con il loro nuovo AC 75 varato solo poche settimane fa.

La barca neozelandese, come raccontano i rumors che ormai solo rumors non sono, si è mostrata decisamente più veloce, soprattutto di bolina, rispetto sia ad American Magic che a Luna Rossa.

10/12/20 – Auckland (NZL)
36th AmericaÕs Cup presented by Prada
Practice Races day 2
Emirates Team New Zealand, Luna Rossa Prada Pirelli Team

Una notizia che certamente non farà piacere ai tifosi italiani, ma che va presa ovviamente con le dovute precauzioni. Come raccontano infatti le foto di Gilles Martin Raget e quelle prodotte dai team, le barche sono scese in acqua con configurazioni di piano velico differenti, i kiwi sono sembrati sempre i più invelati.

La supremazia in termini di velocità pura vista in acqua da parte del defender non è un dramma, a meno che non venga confermata tra pochi giorni. Le regate di pratica sono un test, sono state ideate per consentire ai team di provare soluzioni tecniche e per avere un confronto ravvicinato tra le barche prima delle regate della prossima settimana. Nulla quindi può essere considerato come attendibile, anche se ovviamente il pubblico si augura di vedere ben altra musica già dalla prima sfida di giorno 17, con un Luna Rossa VS Team New Zealand che aprirà le danze della Coppa nella notte italiana.

IL GIORNALE DELLA COPPA

Il Giornale della Vela torna nella sua versione “Giornale della Coppa” un format che ha reso famosa la nostra rivista già a partire dalle gloriose edizioni degli anni ’90. Un tempo vi mandavamo le notizie praticamente in diretta via fax, oggi ovviamente abbiamo deciso invece di dedicare uno spazio live sui nostri canali social e web dove ogni giorno, dopo le regate, i nostri giornalisti e i loro ospiti ripercorreranno le fasi salienti delle regate di Luna Rossa con interviste, commenti e immagini dedicate. A breve vi comunicheremo il palinsesto, con gli orari, dove seguirci e tutti i protagonisti che interverranno.

Mauro Giuffrè

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

1 Comment

  1. Salvatore ha detto:

    Non so se il vivere le regate, quando inizieranno, sarà entusiasmante come l’attesa che, peraltro, sta ormai per finire. Questa volta però (se possibile) l’attesa è ancora maggiore e ricca di incertezze, vista l’assoluta novità delle barche con cui quest’edizione verrà disputata e se tattica, pre-tattica e ogni altro camuffamento sono sempre stati (e sempre saranno) all’ordine del giorno di ogni edizione dell’America’s Cup, al momento, non possono che esserlo alla loro massima potenza. Resta, in ogni caso, da capire se stavolta prevarrà la bontà tecnica del mezzo oppure la capacità agonistica e atletica dell’equipaggio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi