developed and seo specialist Franco Danese

Jean Le Cam recupera Kevin Escoffier, stanno tutti bene. VIDEO

Emergenza Vendée Globe: affonda PRB, quattro skipper in zona alla ricerca di Escoffier
30 novembre 2020
giovanni soldini
VIDEO INTERVISTA Il lato “segreto” di Giovanni Soldini
1 dicembre 2020

Jean Le Cam ha trovato nella notte Kevin Escoffier sulla zattera di salvataggio. Il naufrago era in perfette condizioni di salute e adesso è a bordo della barca del collega. Una notte lunghissima quella di questo Vendée Globe, che ha tenuto con il fiato sospeso tutti fino all’arrivo della notizia più attesa quando stava per fare giorno. Le Cam lo ha recuperato seguendo le indicazioni della Direzione della Corsa che con il Cross Gris Nez seguivano il segnale dell’Epirb di Escoffier, Meteo France invece ha coadiuvato le operazioni facendo le simulazioni di scarroccio in corrente per indicare allo skipper quali potessero essere i confini della ricerca dato che il segnale epirb con il mare grosso era molto disturbato.

Parole di ringraziamento da parte di Kevin Escoffier, dispiaciuto anche per avere interrotto la splendida regata di Le Cam, che scoppia in lacrime al pensiero della sua barca, PRB, affondata, con la voce di Le Cam in sottofondo che lo consola. Escoffier descrive l’incidente: la barca ha avuto un “nosediving”, ovvero è scesa violentemente da una planata piantandosi contro un’onda e si è letteralmente aperta in due. Escoffier non si rimprovera nulla, dice di avere aggiunto 200 kg di carbonio per rinforzare la barca. Arriverà il momento dell’analisi di questo incidente e dei necessari interrogativi. Al momento l’unica cosa che conti è che Escoffier sia salvo e in buone condizioni di salute. PRB era uno degli Imoca più gloriosi della flotta, velocissima, varata nel 2010 da Vincent Riou con il quale la barca aveva vinto due Transat Jacques Vabre. Escoffier l’aveva aggiornata con i foil per partecipare a questo Vendée Globe.

Mauro Giuffrè

TRACKING

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

2 Comments

  1. Michele Campo ha detto:

    Solo con tanta preparazione l’uomo può affrontare situazioni del genere e considero Le Cam ed Escoffier alla stregua di due eroi che con la loro azione hanno dimostrato il valore della vita rispetto al valore delle cose che, ahimèlele, nulla possono di fronte agli elementi della natura. COMPLIMENTI ED AUGURI A TUTTI NELLA GRAZIA DI DIO!

  2. piero quercia ha detto:

    Eroe le cam, il mare va rispettato, non violentato con aerei come queste barche con foil laterali che le disintegrano, proprio come un aereo che ammRa.. Prudenza, una volta va bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi