40 anni di vela in un libro. Protagoniste le barche di Vallicelli

vallicelliSe volete conoscere la storia dell’evoluzione delle barche a vela degli ultimi quarant’anni c’è un libro, appena uscito, che fa al caso vostro. Un volume illustrato prezioso di un autore d’eccezione, Andrea Vallicelli. (foto di copertina: Carlo Borlenghi)

Andrea Vallicelli

Andrea è diventato famoso perché è stato il progettista di Azzurra, quella “vera”, quella che ha fatto conoscere a 60 milioni di italiani nel 1983 cos’è la vela e perché è così affascinante. Ma i meriti di Andrea Vallicelli non sono solo questi.

Vallicelli, una firma inconfondibile

Vallicelli è il primo progettista italiano che è diventato famoso nel mondo. Le sue barche portano la sua firma inconfondibile, le riconosci subito. E questo è quello che fa un progettista “grande” o uno dei tanti: la riconoscibilità del suo lavoro.

Nel prezioso libro appena edito da Skira (Yacht Design di Andrea Vallicelli, formato 28 x 24 cm, 312 pagine 216 colori e 140 b/n, € 70) troverete decine e decine di progetti, decine di immagini (molte tratte dagli archivi del Giornale della Vela) e precise descrizioni dei progetti.

Perché Andrea è sempre stato un “preciso”, di poche parole essenziali. Sono i suoi progetti che parlano per lui.

Se una barca è azzeccata la riconosci subito

La frase più bella di Andrea, che ricordo personalmente, la disse a Porto Cervo una trentina di anni fa. “Sai Luca, una barca azzeccata la si riconosce subito, quando la vedi in banchina, da poppa. Deve essere bella da vedere, perché la gente soprattutto le barche le vede quando sono ormeggiate. E poi, sempre da poppa, riconosci se quella barca è azzeccata o no. Subito”. Eravamo davanti a Brava del 1979, una delle sue barche più famose e azzeccate. E in effetti, da poppa era bellissima. Come tutte le barche di Andrea Vallicelli.

Luca Oriani


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Ci

Rendering del nuovo CNB 78

CNB 78, il super 23 metri di Briand costruito in Italia

CNB presenta al salone di Düsseldorf il mock-up del nuovo 78 piedi, che sostituirà il CNB 76. La nuova barca, al momento ancora in progetto, verrà costruita ad Aquileia (Udine), il cantiere CNB infatti ora è parte del gruppo Solaris.

Torna su