developed and seo specialist Franco Danese

Vendée Globe: Hugo Boss show, Thomson dentro la tempesta Theta

Stop al leasing nautico agevolato anche in Francia, come in Italia
13 novembre 2020
garcia explocat 52
Garcia Explocat 52, un catamarano per andare dove gli altri non possono
13 novembre 2020

Quando il gioco si fa giuro arriva Alex Thomson con Hugo Boss in testa al Vendée Globe. Lo avevamo anticipato ieri (QUI), il britannico sta giocando la sua partita a scacchi nel Nord Atlantico senza sbagliare una sola mossa. Sta passando con traiettorie precise e sicure dentro i sistemi meteo e adesso sta guardando in faccia la tempesta Theta da molto vicino. Una depressione tropicale con venti fino a 60 nodi, Hugo Boss la contornerà da ovest e sarà la barca a fare meno strada ma anche quella che ha scelto la rotta mento facile e più rischiosa.

Thomson guida la flotta. Hugo Boss sta passando molto vicino al centro della Tempesta Theta

Da questo momento in poi la flotta non sarà compatta. Ci sarà un leader in fuga, Thomson, un gruppo che è riuscito ad agganciare la coda della depressione e partire con lei, e il resto della flotta che invece non ha fatto in tempo a salire sulla “giostra” e dovrà rassegnarsi a vedere aumentare, di molto, il proprio svantaggio, nella misura di centinaia di miglia di ritardo. Dietro la depressione infatti si aprirà un’ampia zona con poco vento.

Giancarlo Pedote con Prysmian Group si trova in bilico tra il gruppo di barche che può riuscire a sfruttare Theta e quelle che invece ne resteranno fuori. Non è un passaggio scontato, ma è una fase cruciale: chi riesce a navigare con la tempesta sarà il primo ad agganciare gli Alisei e a scaverà un solco importante, praticamente ci sarà un sistema meteo di differenza tra i fuggitivi e gli inseguitori, una distanza che rischia di essere, a neanche una settimana dalla partenza, molto pesante.

La posizione di Pedote

Pedote è sembrato prudente nell’approccio alla depressione, quasi dando la sensazione di alzare il piede dall’accelleratore per lasciare scorrere la tempesta verso est e al massimo agganciarsi alla sua coda. Yannick Bestaven, che ieri sera lo affiancava, lo ha staccato, i due hanno barche molto simili ed è il segnale che l’italiano forse ha decellerato volutamente. Ovviamente l’obiettivo di Pedote è anche quello di non danneggiare la barca, qui si trova davanti a una decisione importante: o spingere e rischiare certamente qualcosa, o restare prudente nella consapevolezza che accumulerà centinaia di miglia di svantaggio, che all’ultimo rilevamento ammontano già a 172. Si tratta di una questione di ore, forse minuti, che faranno la differenza e ci auguriamo che Prysmian riesca a saltare sul treno in corsa, anche all’ultimo momento, per restare nel gruppo dei primi o comunque non eccessivamente staccato. L’esito di queste ore cruciali può avere una ripercussione sull’intera regate anche se si tratta di un giro del mondo.

Mauro Giuffrè

TRACKING

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi