developed and seo specialist Franco Danese

In barca sì o no: cosa cambia con il nuovo DCPM. Se ci puoi andare, vacci ora!

Scopri come Zeus 200 nel silenzio e senza emissioni produce tanta energia
9 novembre 2020
bavaria-c38
Le barche da 10 a 12 metri vanno forte: ecco 6 novità a confronto
10 novembre 2020

Da mercoledì 11 novembre stop alle visite in barca fuori dal comune di residenza per altre cinque regioni che entrano in “zona arancione”.

Per i residenti di Liguria, Toscana, Umbria, Basilicata e Abruzzo che diventano “zona arancione” entra in vigore il divieto di spostarsi in un comune fuori da quello di residenza, domicilio o abitazione.

Se vuoi andare in barca, vacci adesso

Sorvegliata speciale per il ministro Speranza anche la Campania, che potrebbe a breve diventare zona arancione o rossa.

Un consiglio per chi può raggiungere ancora la propria barca. C’è la concreta possibilità che, se l’indice di contagio RT non dovesse scendere nei prossimi giorni, venga estesa a tutte le regioni italiane la “zona rossa”. Quindi, per chi può, se deve andare in barca…ci vada ora!

Ecco cosa dice il decreto e come influenza per chi possiede una barca la possibilità di raggiungerla.

DPCM: nelle zone rosse impossibile andare in barca

Chi abita nelle “zone rosse” può dire addio alla sua barca. Il decreto “anti-Covid” proibisce qualsiasi spostamento, anche all’interno dello stesso territorio, se non per motivi di lavoro. Per fare un esempio: un milanese che ha una barca sul lago non può andare a bordo, per nessuna ragione.

DPCM: nelle zone arancioni non ti puoi spostare dal tuo comune

Anche per chi abita nelle “zona arancione” è vietato spostarsi in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione.

DPCM: via libera per chi vive nelle zone gialle

Via libera per chi ha residenza nelle “zone gialle” stabilite dal decreto. In pratica è consentita la circolazione infraregionale (anche il transito nelle zone rosse e arancioni, se serve per raggiungere una zona gialla) per chi abita nelle “zone gialle”. È libera circolazione quindi anche per le regioni che non hanno sbocco sul mare. I residenti di queste regioni possono raggiungere località di mare e laghi senza restrizioni alla circolazione. Fatto salvo che devono attenersi al “coprifuoco” che scatta alle 22 e finisce alle 5 del mattino, impedendo la circolazione.

DPCM, regione per regione: dove puoi andare in barca o no

Ecco in sintesi l’elenco regione per regione della situazione, fatto salvo che non si può uscire dalla propria regione.

Abruzzo (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Basilicata (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Calabria (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Campania (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Emilia Romagna (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Friuli Venezia Giulia (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Lazio (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Liguria (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Lombardia (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Marche (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Molise (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Piemonte (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Provincia Autonoma di Bolzano (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Provincia Autonoma di Trento (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Puglia (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Sardegna (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Sicilia (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Toscana (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Umbria (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Valle d’Aosta (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Veneto (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

News in aggiornamento soggetta a variazioni. Ultimo aggiornamento 10/11 ore 10

 

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

3 Comments

  1. Luca ha detto:

    L’informazione su cosa si può fare e cosa no è sacrosanta! Ma chiedo a voi un giudizio ed un esame di coscienza a colui che ha scritto l’articolo: invece di scrivere “Se ci puoi andare, vacci ora!” ed ancora “Se vuoi andare in barca, vacci adesso”, non sarebbe stato meglio, più intelligente e formativo esortare tutti ad una massima attenzione cercando di evitare ciò che non è indispensabile, quando non lo è?
    Dispiace a tutti non poter andare in barca! Ma scrivere cose simili non penso sia l’approccio migliore per sviluppare e far crescere una coscienza collettiva!
    Oppure per il Giornale della Vela noncenecovviddi? 🤷🏻‍♂️
    Riflettiamo e, quando si potrà in tutta serenità e tranquillità, buon vento a tutti! — pensieroso.

  2. Gb ha detto:

    Ancorché possa essere condivisibile sollecitare tutti ad una maggiore coscienza sociale, non è chi non veda come l’utilizzo della barca, in solitudine, ovvero con la propria famiglia, non possa di certo essere motivo di contagio, al pari della propria abitazione.
    Che dire, invece, delle affollatissime frequentazioni sulle passeggiate a mare ?

  3. Luigi Fatone ha detto:

    salve, aldilà delle ovvie considerazioni su opportunità, regolamentazione e senso civico, mi sovviene una domanda. Supposto che possa arrivare alla barca, fin dove posso navigare? Nel compartimento marittimo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi