developed and seo specialist Franco Danese

Andare in barca sino al 19 novembre. Chi può e chi no secondo il DPCM

Sul nostro canale Youtube ti raccontiamo in video la vela minuto per minuto
4 novembre 2020
Meglio teak naturale o sintetico? Dilemma risolto con quello composito!
5 novembre 2020

dpcmForse ci siamo definitivamente. Ieri sera è stato varato, dopo modifiche continue, il DPCM che regola la nostra vita nei prossimi 15 giorni. Il nuovo decreto “covid” ha valore per 15 giorni (sino alla notte di giovedì 19 novembre) per le regioni “zona rossa” e “zona arancione” mentre per le regioni “zona gialla” avrà effetto sino al 3 dicembre.

Ripercorriamo la situazione di mobilità in Italia per chi possiede una barca o ha intenzione di andarci, riferite alle restrizioni di mobilità e di attività sportive in vigore.

DPCM, nelle zone rosse impossibile andare in barca

Sino al 19 novembre chi abita nelle “zone rosse” Piemonte, Lombardia,Valle d’Aosta, Calabria può dire addio alla sua barca. Il decreto “anti-Covid” che entra in vigore venerdì 6 novembre proibisce per 15 giorni qualsiasi spostamento, anche all’interno dello stesso territorio, se non per motivi di lavoro. Per fare un esempio: un milanese che ha una barca sul lago non può andare a bordo, per nessuna ragione.

Nelle zone arancioni non ti puoi spostare dal tuo comune

Anche per chi abita nelle “zona arancione” che sono solo due, Puglia e Sicilia le norme sono in vigore per 15 giorni da venerdì 6 novembre, è vietato spostarsi in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione. Chi abita in Irpinia (Campania) che non ha sbocco sul mare invece non può raggiungere barca.

DPCM, via libera per chi vive nelle zone gialle

Via libera per chi ha residenza nelle “zone gialle” stabilite dal decreto. Sono Abruzzo, Basilicata, Lazio, Campania, Umbria, Emilia Romagna, Friuli VG, Liguria, Molise, Marche, Sardegna, Veneto, Toscana, Province di Bolzano e Trento.

In pratica è consentita la circolazione infraregionale (anche il transito nelle zone rosse e arancioni, se serve per raggiungere una zona gialla) per chi abita nelle “zone gialle” è libera quindi anche le regioni che non hanno sbocco sul mare (Umbria, Province di Bolzano e Trento). I residenti di queste regioni possono raggiungere località di mare e laghi senza restrizioni alla circolazione. Fatto salvo che devono attenersi al “coprifuoco” che scatta alle 22 e finisce alle 5 del mattino, impedendo la circolazione.

DPCM, regione per regione: dove puoi andare in barca o no

Ecco in sintesi l’elenco regione per regione della situazione, fatto salvo che non si può uscire dalla propria regione sino al 3 dicembre.

Abruzzo (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Basilicata (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Calabria (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Campania (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Emilia Romagna (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Friuli Venezia Giulia (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Lazio (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Liguria (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Lombardia (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Marche (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Molise (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Piemonte (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Provincia Autonoma di Bolzano (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Provincia Autonoma di Trento (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Puglia (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Sardegna (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Sicilia (zona arancione): si, puoi andare in barca ma solo se è nel tuo comune di residenza

Toscana (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Umbria (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

Valle d’Aosta (zona rossa): no, non puoi andare in barca in nessun caso

Veneto (zona gialla): si, puoi andare in barca senza restrizioni se non quella del coprifuoco

News in aggiornamento soggetta a variazioni. Ultimo aggiornamento 05/11 ore 9.10


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

1 Comment

  1. Carlo Arnaboldi ha detto:

    Cari amici stiamo attenti alle interpretazioni , l’aver sospeso le competizioni per la vela definite regate ha una logica perchè è difficile controllare che le persone tengano le distanze . Il dpcm strumento legislativo incostituzionale date le limitazioni imposte ai cittadini parla di diritto alla salute per cui se una persona con un congiunto quindi familiare o amico/a si reca con un mezzo privato a raggiungere la sua barca qual’è il problema ? lo sport è salute fisica e mentale e è un diritto , se uno non può farlo nel suo comune perchè non può farlo in un altro della stessa regione ? Ovviamente tenendo le dovute distanze dalle altre persone .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi