developed and seo specialist Franco Danese

Vai in barca adesso. Tra poco sarà proibito

Trofeo Jules Verne, Gitana prova l’assalto con i foil
1 novembre 2020
Catenaria, punti di scotta, barber. Come regolarli al meglio per andare più veloci
1 novembre 2020

barcaEra nell’aria, sta per arrivare. Entro questa settimana, probabilmente tra martedì e mercoledì, verrà proibito lo spostamento tra regioni italiane a causa del dilagare del Covid-19. Addio quindi alle visite e alle uscite in barca per tutti coloro che risiedono in regioni diverse da quelle dove è ormeggiata la loro barca.

Particolarmente colpiti i residenti del nord, i lombardi, i piemontesi, i trentini e via dicendo che tengono al mare le barche in porti inevitabilmente fuori dalla loro regione di residenza. Questa mattina abbiamo ricevuto messaggi di appassionati che ci dicono di voler andare a stare in barca, prima del blocco infraregionale. Certo, si può fare, ma poi si rimane bloccati in barca!

Cosa dice il decreto

In sintesi il decreto che dovrebbe essere approvato a breve dice questo: “Non sarà più possibile oltrepassare i confini regionali se non per ‘comprovate esigenze’. Quindi motivi di lavoro, di salute oppure emergenze che dovranno essere giustificate con un’autocertificazione”. Così ha scritto questa mattina il Corriere della Sera.

Fortunati coloro che tengono la barca nella stessa regione in cui risiedono, infatti non c’è alcun limite all’uso della barca. Navigazione compresa. A meno che le regioni, che avranno possibilità di inasprire le norme nazionali, non decidano di intervenire per aggiungere ulteriori limitazioni. Per ora assai poco probabile.

Stop anche alle regate, invernali out

Un’altra cosa è certa. Già ora, interpretando il precedente decreto del Presidente del Consiglio, non sarà possibile organizzare e partecipare a regate che non siano a livello professionistico. Addio, per ora ai numerosissimi Campionati invernali per barche cabinate che si tengono in ogni regione italiana bagnata dal mare e a regate di derive non professionistiche. Men che meno se si svolgono all’estero.

Infatti così recita il decreto: “Permane il divieto per lo sport amatoriale mentre verranno proibite le gare dell’attività di base. Sarà consentita l’attività individuale anche negli sport di contatto, mentre proseguirà lo sport professionistico”.


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

3 Comments

  1. Marcello Bernabucci ha detto:

    Ma che brutto articolo! Invece di sostenere la vela come uno sport tra i più sani e sicuramente a basso rischio contagio vi mettete a fare previsioni assurde e senza senso, che brutto giornalismo! E per fortuna che siete giornalisti di una rivista di vela, tra l’altro scrivete anche sciocchezze, anche in caso di blocco tra regioni nessuno potrà mai rimanere bloccato in barca il rientro alla propria residenza è sempre stato permesso, suggerimento studiate di più e se volete scrivere di vela siate velisti con entusiasmo

  2. Antonio Burlina ha detto:

    La nota della FIV del 27/10/2020 afferma il contrario
    Quindi?

  3. Antonio ha detto:

    Secondo la nota ufficiale della FIV del 27-10-2020 le regate e campionati invernali in calendario sono consentiti
    Dunque?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi