developed and seo specialist Franco Danese

Partita la Middle Sea Race (e c’è anche Soldini)

L’ombrellone per la barca che se ne infischia del vento che soffia
17 ottobre 2020
INCHIESTA Ma quanto guadagna veramente uno skipper?
18 ottobre 2020

La più bella e dura regata che si corra nel Mediterraneo sta per tornare, partenza oggi 17 ottobre, stiamo parlando della Rolex Middle Sea Race, le 600 miglia d’altura che spesso hanno occupato i sogni e gli incubi di molti velisti. Sono 54 le imbarcazioni iscritte all’edizione 2020 e come ogni anno la presenza italiana resta forte, con 11 imbarcazione sulla linea di partenza che avranno il tricolore a poppa.

Il percorso della regata è quello che ha reso famosa in tutto il mondo questa prova targata Rolex: partenza da Malta, poi la risalita della costa est della Sicilia, il passaggio dello stretto di Messina, Stromboli da lasciare a sinistra, così come Favignana, Pantelleria e Lampedusa prima del ritorno a Malta per un percorso di poco più di 600 miglia.

Tra le barche italiane da seguire con interesse ci sarà Maserati di Giovanni Soldini, il Multi 70 italiano andrà a caccia della vittoria in tempo reale.

Poco prima del via, Soldini ha commentato: «Per il primo tratto di regata, fino a Capo Passero, sono previsti 15 nodi di bolina larga-traverso. Da lì il vento dovrebbe girare a nord e calare, ma i modelli sono in disaccordo e le previsioni sono variabili: la risalita verso lo Stretto di Messina sarà impegnativa. Il nostro diretto rivale, il Team di Mana, guidato da Brian Thompson, è un avversario formidabile: sarà una bella sfida!».

 A bordo del trimarano italiano con Giovanni Soldini un equipaggio di 7 velisti: Cédric Bader, Vittorio Bissaro, Lorenzo Bressani, John Elkann, Oliver Herrera Perez, Nico Malingri (al posto di Pierre Laurent Boullais) e Matteo Soldini.

Da monitorare anche la prestazione del nuovo Scuderia 65 Hagar V di Gregor Stimpfl, barca costruita da Adriasail e varata da pochi mesi, al suo esordio nella grande vela offshore. In regata anche la maltese Elusive 2, il First 45 della Famiglia Podestà vincitore dell’edizione 2019.

In base alle condizioni meteo potrebbero essere più favorite le barche piccole o le grandi. Storicamente in condizioni di vento molto leggero sono i maxi ad avere un vantaggio considerevole per la vittoria in tempo compensato. Ricordiamo infatti che la vittoria assoluta della regata va al vincitore in IRC overall. In condizioni di vento forte spesso le barche piccole, anche sotto i 10 metri, sono state le sorprese nelle parti alte della classifica come nell’edizione 2018.

Per seguire la regata https://www.rolexmiddlesearace.com/tracker?


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi