Il leasing nautico in Italia è salvo per ora “grazie” al Covid

leasing nautico

Complice la crisi causata dal Covid 19 per ora il leasing nautico in Italia è salvo, ma non per sempre. La Commissione Europea ha richiesto all’inizio del 2020 a tutti gli stati mediterranei dell’Unione una modifica urgente. Cambiare le norme che riducono il versamento dell’IVA e del carico fiscale, in quanto le ritiene non conformi alla normativa fiscale. Il Governo italiano ha preso tempo sino a novembre.

Non siamo solo noi italiani a non aver ancora recepito la richiesta ultimativa della Commissione Europea, motivando il ritardo con la crisi economica causata dalla pandemia Coronavirus.

Leasing nautico in Italia salvo per ora

La Francia ha sospeso l’introduzione delle nuove regole – mantenendo un imponibile ridotto, la Croazia applica l’IVA turistica – sempre al 10% – e la Grecia ha individuato un escamotage per sottrarsi alle nuove regole.

Per quel che riguarda il leasing nautico italiano il vizio di forma ha origine nella idea di Massimo D’Alema, presidente del Consiglio all’inizio degli anni 2000. Per arginare l’esodo delle barche di italiani che utilizzavano l’IVA ridotta del leasing francese si inventò il leasing nautico italiano.

L’escamotage per ridurre l’IVA nel leasing italiano fa capo all’ipotesi che più una barca è grande e più, ipoteticamente, risiede fuori dalle acque territoriali europee. E quindi non deve pagare, per il periodo in cui non si trova nelle acque dell’unione europea, alcuna imposta sul valore aggiunto (IVA). Non è sempre possibile comprovare il periodo di permanenza nelle acque territoriali. In questi casi le società di leasing possono procedere all’applicazione in maniera forfettaria dell’imposta sul valore aggiunto. Si arriva sino ad una riduzione dell’IVA del 70%, vedi tabella qui sotto:

Tabella IVA Leasing nautico in Italia

PropulsioneLunghezzaImponibile IVA
Unità a motore o a velaSuperiore ai 24 metri30%
Unità a velatra i 20,01 e i 24 metri40%
Unità a motoretra i 16,01 e i 24 metri40%
Unità a velatra i 10,01 e i 20 metri50%
Unità a motoretra i 12,01 e i 16 metri50%
Unità a velafino a 10 metri60%
Unità a motoretra i 7,51 e i 12 metri60%
Unità a motorefino a 7,5 metri90%

Il fatto che una barca risieda per un periodo prestabilito fuori dalle acque territoriali europee è una pura astrazione, un ipotesi indimostrabile. E’ per questo che la Commissione Europea ha intimato al governo italiano di rivedere il leasing nautico. Non solo a noi italiani, ma anche a tutti i paesi europei che, con diverse soluzioni, riducono l’imposta sul valore aggiunto del leasing nautico.

La voglia di barca con il leasing cresce nel 2020

Intanto, in controtendenza con gli altri comparti economici, il leasing nautico italiano va  a gonfie vele, anche nel 2020. L’Assilea – associazione degli istituti di leasing italiani – ha appena annunciato che la nautica nei primi nove mesi del 2020 ha già fatto tutti i volumi del 2019 (+30%). Unico settore del leasing in crescita, mentre il dato generale nel 2020 è del – 25%.

A dimostrazione che la crisi da Coronavirus la propensione all’acquisto di barche non è stata toccata, anzi!


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Il leasing nautico in Italia è salvo per ora “grazie” al Covid”

  1. L’argomento trattato è un pò vecchio il rinvio si era deciso prima dell’estate e scade 15 gg dopo il servizio. Sarebbe bello un approfondimento ma per capire se ci sono novità in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Allures 51.9

Tutti i segreti di Allures Yachting e il suo 51.9 (16 m)

Ve l’avevamo presentata qualche anno fa allo stand virtuale della Milano Yachting Week, Allures 51.9 è l’ammiraglia bluewater cruiser del cantiere capostipite del gruppo Grand Large Yachting, quarto costruttore francese di yacht. Nel corso degli anni, il gruppo ha acquisito

RemigoOne, il primo 1kW fuoribordo elettrico completamente integrato al mondo.

Patente nautica e motori elettrici. Facciamo chiarezza

Con l’avvento dei motori elettrici, la cui potenza commerciale è espressa in watt (il cui multiplo è il kW ovvero 1000 W) anziché cavalli vapore, potrebbe sorgerci il dubbio se, e oltre che potenza, la patente nautica sia necessaria. Abituati

Torna su