Il generatore per tutte le barche senza motore. Incredibile ma vero

zeus200La rivoluzione energetica è servita alla Milano Yachting Week – The digital boat show con il nuovissimo generatore termoelettrico Zeus200 prodotto dall’italiana Mobil Tech.

Adesso l’energia non è più un problema a bordo.

Il motore tradizionale non c’è nello Zeus200

Perché è rivoluzionario? Perché Zeus200 di Mobil Tech è un generatore caricabatterie senza motore tradizionale che pesa poco, occupa poco spazio, è silenzioso, praticamente non inquina e non ha vibrazioni.

Va bene per ogni barca, anche piccola

Sembra tutto troppo bello, ma è così. Il generatore termoelettrico Zeus200 sfrutta la tecnologia che è adottata da anni anche dalla NASA e dai satelliti spaziali per produrre energia. Va bene anche su piccole barche, pesa solo 36,5 kg e misura solo 67x35x33 cm. Come una scatola.

Un’intuizione nata nel 1821, adesso lo usa la NASA

Non c’è nulla di sperimentale è tutto collaudatissimo, cliccate qui per scoprirne tutti i segreti e le caratteristiche di Zeus200 che produce 400 Ampere al giorno, 200 watt di potenza erogata. E, lo ripetiamo, si installa anche in piccole imbarcazioni a vela e a motore.

Bellissima la storia di come è nato il funzionamento della tecnologia termoelettrica usata adesso dalla NASA, sfruttando l’effetto Seebeck, scoperto nel 1821, un’intuizione geniale che potete trovare qui.

CLICCA QUI PER ESPLORARE LO STAND DI MOBILTECH
ALLA MILANO YACHTING WEEK

Per saperne di più

Scopri come i tecnici di Mobil Tech hanno realizzato il nuovissimo generatore termoelettrico Zeus200, com’è fatto questo nuovo accessorio e come si monta a bordo, visitando subito il prodotto nello stand alla Milano Yachting Week cliccando direttamente qui.

Potrai anche dialogare direttamente con gli esperti di Mobil Tech tramite mail e, magari, andare a vederlo dal vivo prenotando un appuntamento.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Pulisce il winch, esplode la barca. Cosa è successo?

Lo scorso 26 novembre lo skipper francese Quentin Mocudet mentre stava facendo alcuni lavori di manutenzione al suo Mini 6.50 “Kiralamure”, ha fatto scoppiare un incendio che ha fatto esplodere la barca. Sembra che stesse utilizzando la famosa “Benzina F”.

Torna su