developed and seo specialist Franco Danese

Da Tita-Banti a Beccaria, dal Nacra all’Oceano: piovono vittorie azzurre

ristoranti sul mare
Dieci ristoranti sul mare imperdibili nel centro/sud Italia
18 settembre 2020
Incendio a bordo della barca? Così lo spegni anche se non ci sei
18 settembre 2020

Ruggero Tita e Caterina Banti sul Nacra 17

Dalle classi olimpiche alle regate oceaniche, la giovane vela italiana, in attesa di portare l’assalto alle olimpiadi di Tokyo, resta sulla cresta dell’onda. Gli ultimi due successi in ordine di tempo arrivano dalla settimana olimpica di Kiel in Germania, e dalla Mini en Mai, la regata riservata alla classe Mini 650 che si è svolta in Francia. Considerato anche che la vela offshore, prima o poi e molto probabilmente a parigi 2024, diventerà disciplina olimpica, possiamo dire di avere varie frecce al nostro arco.

Tita-Banti sono tornati

L’Italia torna grande nella vela olimpica e il Nacra 17 ancora una volta è in cima alla classifica. Ruggero Tita e Caterina Banti ritrovano le prestazioni che sembravano ormai smarrite da tempo e vanno a vincere con autorità la Settimana di Kiel, classico appuntamento riservato alle classi olimpiche. Bene anche Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, meno costanti dei primi, che chiudono in sesta posizione. La disputa per il posto a Tokyo nel Nacra 17 italiano sarà tutto tra questi due equipaggi. Se pre lockdown le quotazioni di Bissaro e Frascari erano in forte rimonta, la vittoria di Kiel lascia pendere la bilancia nuovamente verso Tita-Banti. Ma la partita è ancora aperta. Chi andrà a Tokyo a caccia di una medaglia?

L’Ambrogio volante

Potete metterlo su un Pogo 2, un Pogo 3, o un Pogo foiler, il risultato non cambia, Ambrogio Beccaria si adatta alla barca e la fa volare, e spesso vince. In attesa di avviare un progetto ambizioso in Class 40, e dopo le esperienze in Figaro 3, Beccaria ha iniziato a regatare sul Pogo Foiler, barca messa a disposizione dal collega francese Tanguy Bouroullec, e alla prima regata ufficiale in Francia, la Mini en Mai, ha centrato il primo posto nella categoria prototipi. Non male per chi aveva detto che si sarebbe preso una pausa dai Mini. Ma certi amori, si sa, non muoiono mai, e l’attrazione verso una barca foiler come il nuovo Pogo era irresistibile per Ambrogio. Ne vedremo delle belle.

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, insieme con Barche a Motore Top Yacht Design si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

Sostienici anche su Barche a Motore Top Yacht Design!

——————————————————

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER, E’ GRATIS!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi