developed and seo specialist Franco Danese

VISTA PER VOI Hallberg-Rassy 57, un grande futuro dietro le spalle

Spinnaker non mi fai paura: ti isso, ti regolo e sfido il vento forte
4 agosto 2020
TECNICA Conoscere e sfruttare al meglio il vostro AIS
5 agosto 2020

hallberg-rassy 57

L’Hallberg-Rassy 57 incarna la storia del cantiere svedese. La qualità è al primo posto, con alcuni elementi classici imprescindibili, ma anche uno sguardo alle novità

Dal 1943, sull’Isola di Orust, nella remota Ellos a nord di Goterborg, il cantiere svedese Hallberg-Rassy costruisce imbarcazioni da crociera per navigazioni a lungo raggio.

In una piccola comunità, che stenta a superare le mille persone, oggi il marchio svedese continua a produrre barche che, pur restando nel solco della tradizione, si sono aperte alle evoluzioni del design moderno, grazie anche alla firma dell’archistar German Frers che coniuga l’esperienza del grande progettista con l’occhio critico di chi intuisce le innovazioni utili. L’Hallberg -Rassy 57 è una barca che rappresenta appieno la storia del cantiere: tradizionale sotto molti elementi, ma con soluzioni che tengono conto del cambiamento dei tempi per completare una barca che parli comunque un linguaggio attuale.

Il concetto cardine intorno a cui ruota il progetto di questo 57 piedi è il pozzetto centrale.

Un elemento cult nella storia del cantiere, presente su tutti i primi modelli di Hallberg e ancora oggi molto richiesto dagli appassionati di queste barche. Un pozzetto centrale, profondo e molto riparato, che sfrutta tutto il disegno della tuga e la prosecuzione dei paramare per offrire agli ospiti una zona completamente asciutta e a prova di onda. L’acqua che sale da prua infatti incontra il disegno della tuga che la devia verso poppa e la lascia defluire senza disturbare, tranne in caso di mare particolarmente grosso, il volume del pozzetto.

A poppa dell’H.R. 57, si nota l’ampia plancetta ribaltabile per l’accesso a mare.

COPERTA E SOLUZIONI “EASY”

Pur producendo barche da crociera Hallberg-Rassy non ha ceduto però alla moda recente dell’assoluta semplificazione dell’attrezzatura per la conduzione della barca.

Piuttosto sugli Hallberg, e il 57 non fa eccezione, c’è tutto quello che serve per regolare al meglio le vele, con l’attrezzatura di coperta posizionata in modo intelligente per evitare fastidiosi ingombri.

Per citare qualche esempio, osserviamo che non è presente il carrello della randa, ma il punto fisso che si occupa della sua regolazione è posizionato molto a poppa, in modo tale che la scotta lavori in corrispondenza della balumina per un buon controllo sulla forma della vela. A poppa del pozzetto, in posizione centrale, un winch dedicato per la scotta della vela.

I winch della vela di prua invece sono stati posizionati appena fuori dal pozzetto su una piattaforma rialzata, in modo tale che sia possibile manovrarli restando seduti vicino al timone; non intralciano lo spazio, ma sono in una posizione ideale per lavorare la scotta correttamente.

Il carrello del fiocco non è stato eliminato, ma viene posizionato a ridosso della tuga: migliora così il tiro sulla vela per migliore angolo di bolina, e al tempo stesso non intralcia il passaggio verso prua. Il piano velico è invece decisamente moderno, con un forte sviluppo verticale, una randa dalle dimensioni importanti e un fiocco contenuto ma non autovirante.

La barca è così ideata per avere buone prestazioni in un ventaglio ampio di condizioni, non solo nel vento forte come si addice alle barche nordiche. Il piano velico potente e una carena dalle forme morbide e senza spigoli consentono infatti all’Hallberg-Rassy 57 di muoversi bene anche nel vento medio leggero, pur restando comunque le prestazioni quelle tipiche di una barca da crociera. Ma di un cruise che naviga bene, che vuole fare dimenticare spesso e volentieri al suo armatore il rumore del motore per regalargli solo quello del vento sulle vele e dell’acqua sotto la carena.

In definitiva questo 57 è una barca ricca di soluzioni intelligenti semplificano la conduzione della barca, senza perdere però la loro efficacia tecnica. Il concetto degli Hallberg infatti è: comoda si, ma pur sempre una barca.

In evidenza il disegno della tuga, che inizia a prua dell’albero per poi cambiare forma, diventando funzionale per la protezione del pozzetto.

TUGA E DESIGN

Il disegno della tuga è un’altra delle peculiarità di questo 57 piedi. Inizia a prua dell’albero, quasi a filo di coperta, e poi aumenta di volume a poppa dello stesso mantenendo però sempre una forma armoniosa e ben integrata con la linea del ponte, senza scalini o angoli. La scelta di realizzarla con ampie finestrature la “smagrisce” ulteriormente, così da farla sembrare un elemento naturale della barca, in armonia con il design generale.

Per il resto German Frers ha applicato al 57 le novità introdotte anche su altri modelli della gamma recentemente: doppio timone, prua quasi retta con volumi non eccessivamente potenti, delfiniera a prua, chiglia a L con un piccolo siluro, più moderna rispetto alla produzione passata, cercando di coniugare la tradizione del cantiere poco incline alle mode e alcuni elementi di necessaria innovazione per tenere il passo dei tempi.

La dinette è posizionata nel punto di massima larghezza della barca e grazie allo spostamento della cucina verso poppa acquisisce ulteriore spazio.

INTERNI

Internamente l’Hallberg-Rassy vi farà sentire come a casa. I volumi del resto su questa misura non hanno  quasi nulla da invidiare a quelli di un appartamento, possono risultare ideali per chi sta cercando la barca della vita da vivere sempre a bordo.

La cabina di prua, che può essere considerata come una seconda armatoriale.

Il mobilio del 57, così come quello degli altri modelli del cantiere, è un concentrato di qualità artigianale con cornici in pezzo unico e venature del legno continue. Qualcosa che si può realizzare solo in un cantiere non di grande serie.

Nella foto la “vera” armatoriale, che è a poppa.

L’interno offre volumi spaziosi grazie al bordo libero non indifferente. La cabina di prua e la cabina di dritta sono molto grandi per le dimensioni dello yacht con numerosi spazi di stivaggio e generose dimensioni del letto. La cabina di prua è così confortevole da essere quasi una seconda armatoriale. La cabina di poppa, l’armatoriale vera, è ampia, ariosa e con un comfort degno della stanza di una villa. La cucina dispone di enormi aree di lavoro e permette di avere un fornello a induzione, una lavastoviglie, un forno a microonde e un secondo congelatore.

Le carpenterie interne sono in mogano tradizionale, in rovere europeo lucido o in teak. Una qualità del genere difficilmente la si può trovare in un appartamento. Ma solo nella barca della vita.

I NUMERI DELLHALLBERG-RASSY 57

Lungh. f. t.: 18,44 m
Lungh. gall.: 16,77 m
Lungh. scafo: 17,44 m
Baglio massimo: 5,11 m
Pesc. max.: 2,43 m
Disloc.: 28.000 kg
Sup. vel. 181 mq
Motore: 175 hp
Serb. carburante: 1050 lt
Serb. acqua: 1030 lt
Progetto: Frers
Cantiere: Hallberg-Rassy
Prezzo base versione standard: 1.600.000 euro + Iva franco cantiere
www.hallberg-rassy.it

I CONCORRENTI

Contest 57 CS:
Lungh. f.t.: 17,23 m;
largh.: 5,12 m;
Sup. vel. 185 mq
Disloc. 27.900 kg
prezzo base: 1.369.000 euro + IVA franco cantiere
www.nautigamma.com

Bordeaux 60:
Lungh. f.t.: 18,60 m;
largh.: 5,18 m;
Sup. vel. 170 mq
Disloc. 26.700 kg
prezzo base: n.d.
www.cnb.fr

Najad 570 CC:
Lungh. f.t.: 17,50 m;
Largh.: 5,05 m;
Sup. vel.: 163 mq
Disloc. 26.000 kg
prezzo base: 1.297.905 euro + IVA franco cantiere
www.sailpassion.it

Mauro Giuffrè

 


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, insieme con Barche a Motore Top Yacht Design si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

Sostienici anche su Barche a Motore Top Yacht Design!

——————————————————

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER, E’ GRATIS!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi