developed and seo specialist Franco Danese

Il governo si dimentica della nautica. E rischia di metterla in ginocchio

VIDEO Velista dell’Anno TAG Heuer – Intervista a Degli Uberti e Ancillotti, le “Hobie Girls”
28 maggio 2020
Il lato inedito di Patrizio Bertelli: non perdere la nostra intervista, oggi, alle 17!
29 maggio 2020

“Per sopravvivere siamo pronti a trasferire le sedi legali delle nostre aziende di noleggio di imbarcazioni in Costa Azzurra”. Sono parole forti quelle di Simone Morelli, titolare di North Sardinia Charter, uno dei maggiori operatori italiani del charter nautico, consigliere di Confindustria Nautica.

GOVERNO MIOPE FAVORISCE I FRANCESI E AFFOSSA LA NAUTICA

Cos’è accaduto per arrivare a questo punto? L’Agenzia delle Entrate sta per recepire il monito della Unione Europea che modifica il calcolo dell’aliquota IVA sulla navigazione delle imbarcazioni da diporto adibite al noleggio, con un incremento del 10% rispetto alla situazione attuale.

Mentre l’Italia si adegua anticipatamente alla direttiva europea, la Francia ha già rinviato l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto (TVA in Francia, posticipando la discussione con la Comunità alla fine dell’emergenza Covid 19. Il risultato pratico è che chi noleggia un’imbarcazione da una società con sede in Francia pagherà il 10% in meno il noleggio rispetto ad una società con sede in Italia. Stiamo parlando di un settore vitale per la nautica italiana, composto da oltre un centinaio di aziende che danno lavoro a 6.000 addetti.

LA CURA MONTI NON HA INSEGNATO NULLA

Il governo, alle prese con richieste di rinvii di regole europee che in questo momento penalizzerebbero l’economia italiana, si è dimenticato, ancora una volta della Nautica. Scordandosi anche che questa norma, che porterebbe un ipotetico gettito ridicolo sulla carta, nella pratica non porterebbe nessun beneficio economico per le casse dello Stato.

Anzi, ridurrebbe il gettito previsto perché metterebbe in ginocchio il noleggio nautico italiano e anche la cantieristica che vende le proprie barche ai noleggiatori. Il risultato sarebbe un’andata di licenziamenti e fallimenti. La cura Monti, che nel 2012 tassò la nautica nella speranza di aumentare le entrate dello Stato, lo ha già dimostrato. Errare è umano, perseverare è diabolico.

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, insieme con Barche a Motore e Top Yacht Design si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

Sostienici anche su Barche a Motore e Top Yacht Design!

——————————————————

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER, E’ GRATIS!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi