Neo 430 Roma: leggera, veloce, in carbonio e italiana

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Vi avevamo parlato tempo fa del nuovo Neo 570, ma il cantiere italiano con sede in Puglia è pronto a sfornare un nuovo progetto, confermandosi come una delle più innovative ed estrose realtà del made in Italy per la cantieristica a vela. La nuova barca in rampa di lancio sarà il Neo 430 Roma, un performance cruiser a dislocamento contenuto, costruito in carbonio, pensato per crociere sportive e regate anche d’altura. Il progetto ancora una volta è di Giovanni Ceccarelli, che per il cantiere pugliese ha già firmato il Neo 400, il 400+ e il 350. Per il 430 Roma Ceccarelli ha concepito un look con le svasature del ponte in stile open oceanico utili tra le altre cose anche ad abbassare il baricentro della barca, alleggerirne il dislocamento e ridurre le turbolenze sulle vele di prua.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

PERCHÉ ROMA

Il cantiere ha voluto sottolineare i concetti di Made in Italy e di Gran Turismo di alta qualità. Quale nome migliore per uno yacht che vuole coniugare prestazioni e stile? Combinare la voglia di vivere la propria vita a vela ad un livello superiore senza rinunciare al comfort?

La barca di fatto sarà customizzabile in più versioni, la Roma Gran Turismo (foto sopra) e la Roma Race Performer, in base alle esigenze dei velisti, potrà essere quindi più orientata alla crociera o alle performance pure nel caso di impiego tra le boe o soprattutto in regate offshore.

Uno dei layout interni disponibili

Nella versione Gran Turismo sono previsti due timoni e una lifting keel, nella Race Performer un timone singolo e tutto il peso risparmiato dalle finiture degli interni meno croceristici verrà trasferito in una chiglia che ospiterà il 50% del dislocamento totale: baricentro basso, massimo raddrizzamento e potenza.

La Versione Race Performer

Lungh.:13,06 m

Largh.: 4,06m

Immersione: 3m / 1,6m ( lifting keel)

Dislocamento= 5.700 KG

Peso chiglia= 2700kg

Randa 60m² 

Fiocco: 46m²

Asimmetrico: 170 / 180m²

Code Zero: 120 m²

www.neoyachts.com

AIUTACI A TENERTI AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, insieme con Barche a Motore e Top Yacht Design si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

Sostienici anche su Barche a Motore e Top Yacht Design!

——————————————————

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER, E’ GRATIS!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

RemigoOne, il primo 1kW fuoribordo elettrico completamente integrato al mondo.

Patente nautica e motori elettrici. Facciamo chiarezza

Con l’avvento dei motori elettrici, la cui potenza commerciale è espressa in watt (il cui multiplo è il kW ovvero 1000 W) anziché cavalli vapore, potrebbe sorgerci il dubbio se, e oltre che potenza, la patente nautica sia necessaria. Abituati

Torna su