developed and seo specialist Franco Danese

Tre soluzioni per sanificare gli interni della tua barca

fare su una cima
NODI Le due soluzioni giuste per fare su una cima
18 maggio 2020
Segui le nostre dirette della settimana con i grandi protagonisti della vela
19 maggio 2020

Si torna a navigare ma è caldamente consigliata (e in alcuni casi, come quello del noleggio e della locazione, obbligatoria) la sanificazione della barca. Amuchina e igienizzanti in coperta a parte, vi indichiamo tre soluzioni per sanificare gli interni della vostra barca.

SOLUZIONE 1 – SE HAI GIA’ UN RISCALDATORE
Un purificatore d’aria da installare, anche in retrofit, sul vostro riscaldatore. Semplice e geniale. Il principio è lo stesso di quello utilizzato sulle navicelle spaziali, ma questo dispositivo, che trasforma le molecole d’acqua in molecole di acqua ossigenata, è alla portata di tutte le tasche e si monta in un attimo se avete un riscaldatore ad aria Webasto. Addio batteri, addio muffe, addio cattivi odori sottocoperta. Ecco come funziona:

www.bcoolengineering.com

SOLUZIONE 2 – SANIFICATORE PORTATILE
Per i cultori del “fai-da-te”, sul mercato si trovano molte soluzioni “portatili” di generatori di ozono, come quelle proposte da O3 Sanity System (www.sanitysystem.it), società specializzata nella sanificazione in ambito medico (e quindi più che affidabile), e che, tra l’altro, sono state acquistate anche dalla società di noleggio NSS Charter e vengono utilizzate per disinfettare le sue barche tra un nolo e l’altro.

I modelli Sany-Car (ideali per piccoli ambienti, fino a un volume di 50 metri cubi di aria) e Sany-Med 80 (80 metri cubi, ideali per barche più grosse) sono silenziosi, consumano poco e svolgono la loro funzione in un tempo variabile (a seconda del programma scelto) tra 20 minuti e un’ora. Vi basta collegare il sanificatore alla corrente elettrica, lasciarlo nel quadrato dopo aver chiuso bene tutti le vie d’aria e aspettare il tempo reimpostato. Non vi resterà poi che rientrare, aprire boccaporti e oblò e far circolare un po’ di aria e sarete a bordo di una barca a prova di virus.

Online si trovano tantissimi generatori di ozono portatili, ma quando si tratta di salute e sicurezza, noi vi consigliamo di scegliere prodotti certificati e di derivazione medica o di affidarvi a professionisti seri.

SOLUZIONE 3
Qualora vogliate commissionare il lavoro a dei professionisti, esistono realtà dedicate al mondo delle barche, come ad esempio Bioyacht (www.bioyacht.it). L’igienizzazione a prova di virus avviene in tre fasi: l’ispezione a bordo, dove viene individuato tutto lo sporco e i depositi di polveri, pollini e virus in ogni condotto di areazione della vostra barca grazie a sofisticate apparecchiature (foto a lato); la rimozione e l’aspirazione dall’impianto di aerazione di ogni impurità con sistemi speciali e aspiratori professionali; infine la sanificazione con ozono, realizzata con potenti generatori che disinfettano l’aria dello barca rimuovendo virus,batteri e ogni agente patogeno.

 

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA, ACCESSORI & PRATICA

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, insieme con Barche a Motore e Top Yacht Design si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro!

Sostienici anche su Barche a Motore e Top Yacht Design!

——————————————————

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER, E’ GRATIS!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi