Il favoloso mondo della domotica di bordo

In questo momento di lontananza forzata dalla propria barca (QUI, regione per regione, vi diciamo se potete raggiungerla per lavori di manutenzione oppure se dovete ancora aspettare) abbiamo toccato con mano come sia fondamentale tenerla sott’occhio. “Le sentine saranno a posto? E le batterie, dato che ho lasciato i morsetti collegati, se la caveranno? E se le muffe mi mangiassero cuscini e materassi?”. Tanti armatori non ci dormono la notte.

Ma c’è una soluzione che vi consente di non scendere mai da bordo anche se siete sul divano di casa vostra. Sono i sistemi di monitoraggio a distanza della barca: se la domotica è una realtà ormai da anni, il mondo della “barcotica”, come la chiamiamo noi, è un fenomeno relativamente giovane e in continua espansione.

Grazie al monitoraggio remoto potrete dormire sonni tranquilli perché grazie alla “barcotica” terrete costantemente sott’occhio, sul vostro smartphone, tablet o pc, tutto quello che vi serve. Stato delle batterie, fumi, sentina, temperature, status del motore, impianti di riscaldamento e condizionamento, frigorifero, luci e molto altro. Riceverete allarmi in caso di spostamenti sospetti della barca, intrusi a bordo, e se avete delle telecamere potrete anche vedere come sta la vostra “amata”.

IL FAVOLOSO MONDO DELLA BARCOTICA

Di come la “barcotica” ci aiuti a non perdere di vista l’oggetto della nostra passione (e di come arrivare al proprio sistema di domotica personalizzato a bordo) ne abbiamo parlato, con Carlo Brevini, che non è soltanto il communication specialist di Garmin Marine – che sta sviluppando sempre di più Empirbus, sistema integrato per la barca connessa – ma è un grande ‘impallato’ di domotica.

T.O

Ecco l’intervista integrale, nel player qui sotto.

 

STAI A CASA, LEGGI VELA, FAI DEL BENE

Se ti abboni al Giornale della Vela, noi doniamo 10 euro all’Ospedale San Raffaele di Milano per far fronte all’emergenza coronavirus

ABBONATI SUBITO QUI!

——————————————————

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Swan 55

VIDEO Swan 55 (16m): il bluewater che sa cambiare pelle

Il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova sono due appuntamenti da non perdere per i cantieri del settore e tutti gli appassionati. La nostra redazione è andata a bordo delle ultime novità, una di queste è il nuovo Swan 55,

sostenibilità

L’abuso della parola sostenibilità nel mondo della nautica

Siamo usciti dai saloni nautici di Cannes e Genova ubriachi di sostenibilità. Sembra, quest’anno, la parola magica da inserire nella comunicazione di ogni cantiere. Va bene, è il tema del momento complice la situazione mondiale. Ma andiamoci piano a sbandierare

Torna su