developed and seo specialist Franco Danese

Hylas 60, da Taiwan un blue water che parla italiano. FOTO

Velista dell’Anno TAG Heuer, chi sta vincendo e chi rischia
25 marzo 2020
RASSEGNA I 10 coltelli da barca per fare felice (e sicuro) ogni skipper
25 marzo 2020

Hylas 60. Foto Billy Black

C’è la firma di German Frers e quella degli italiani di Hot Lab su una barca destinata a non passare inosservata. Stiamo parlando del nuovo Hylas 60, un bluewater cruising puro che lo studio Frers ha disegnato per il marchio che ha già all’attivo oltre 520 barche dal 1985 a oggi. Gli Hylas Yachts sono costruiti da Queen Long Marine, a Taiwan. Il cantiere Queen Long è stato fondato ancora prima, nel 1978, dalla famiglia Huang. Con oltre 520 imbarcazioni lanciate finora, che vanno dai 44 ai 70 piedi, Hylas offre yacht di lusso affidabili e facilmente manovrabili in navigazione. Il team di progettazione presenta nomi di livello mondiale del design internazionale come Sparkman & Stephens, Germán Frers, Bill Dixon, Dean Salthouse e Doug Zurn. Il nuovo Hylas 60 fa fare un deciso passo avanti al cantiere in termini di modernità del design ed è una di quelle barche che potremmo definire dal DNA deciso.

Foto Billy Black

CONCEPT

“Avevamo bisogno di realizzare una barca in grado di attraversare l’Oceano in comodità” ci ha raccontato Kevin Wensley, responsabile vendite di Hylas Yacht. “Non un racer, ma una barca capace di performance molto buone e ,soprattutto, semplice da condurre: questo perché crediamo che anche le performance siano un segno di comodità, specialmente quando si fanno lunghe navigazioni. Abbiamo pensato a Frers che è uno specialista nel mondo delle barche da crociere “lunghe”. Non doveva essere una barca per un tipo di velista super tecnico, ma per dei velisti che amano viaggiare a lungo e vogliono farlo navigando bene, anche velocemente” ci ha spiegato l’uomo di casa Hylias. SCOPRI QUI IL VIRTUAL TOUR DELLA BARCA

POZZETTO

Una scelta particolare anche per il pozzetto che è diviso in due zone ben definite: una riservata alle manovre e alle due ruote del timone e una completamente destinata alla parte “sociale” con il tavolo centrale e le due panche. In questa seconda zona non passa alcuna manovra e gli ospiti possono stare comodamente seduti senza intralciare chi conduce la barca e senza esserne disturbati. Interessante notare come, a livello di manovre, la semplicità di conduzione non coincida con una riduzione dell’attrezzatura, anzi: sono cinque i winch presenti, due per lato dedicati alle vele di prua e alle drizze, uno centrale dedicato alla randa. Spesso si pensa infatti, erroneamente, che per facilità di conduzione si intenda eliminare attrezzatura. In realtà serve che tutto ci sia, sia ben dimensionato e sia nei posti giusti.

INTERNI IN STILE ITALIANO

Il design degli interni è stato affidato allo studio italiano Hot Lab, da Milano, composto dai soci Antonio Romano e Enrico Lumini più altri otto collaboratori. “Nato nel 2004, lo studio si è occupato fin da subito di progetti full custom, prima con piccole realtà italiane o armatori privati” ci ha raccontato Antonio Romano. “Hot Lab in 16 anni di attività si è dedicata a progetti di varie metrature, sia di interni che di esterni. Abbiamo una lunga esperienza nel design di interni di barche a motore con alcuni dei principali cantieri internazionali, anche fino a 60 metri. In Italia la barca più importante che abbiamo in costruzione è il Baglietto 54 m, è il primo vero full custom del cantiere. Hylas 60 è la seconda barca a vela che facciamo, la prima è stata l’Hylas 63 per conto di un armatore privato che ci aveva contattato. L’armatore è rimasto molto soddisfatto e gira il mondo da quattro anni, da li ci hanno chiesto un progetto interamente commissionato dal cantiere”, ci ha spiegato Antonio Romano.

“Dovevamo partire da un certo rigore” ha raccontato Enrico Lumini, “anche se tra vela e motore ci sono delle analogie ci trovavamo a confrontarci come un interlocutore come Frers con il quale dovere essere estremamente rigorosi. La cosa che ci ha divertito molto è stato un approccio più essenziale rispetto al motore, dove magari ci permettiamo di utilizzare materiali più pesanti o una ricerca dell’estetica con meno vincoli”. Nell’approcciare questa barca, invece, Hot Lab doveva rispettare determinati paletti: l’ essenzialità architettonica e di materiali ha guidato fin da subito le prime linee su carta del progetto, con l’obiettivo di arrivare a un risultato che rispettasse il comfort ma anche certi parametri di peso. Il layout è tutto sommato classico: ci troviamo con un armatoriale di poppa vera e propria, una seconda a prua, e una terza a pruavia dell’albero, l’unica eccezione concessa è la cucina aperta. Per quanto riguarda i materiali la scelta è caduta invece nella sfera del moderno, con essenze molto chiare.

Mauro Giuffrè

TUTTI I DETTAGLI DELL’HYLAS 60 E LA PRESENTAZIONE COMPLETA DELLA BARCA SUL NUMERO DI MAGGIO DEL GIORNALE DELLA VELA

 

I NUMERI

Lungh. scafo 18.05 m

Lungh. gall. 18.8m

Largh. 5.26m

Pescaggio 2.5m/ 2.0m

Disloc. 29.800kg

Sup. vel. bolina 188.00M2

www.hylasyachts.com

info@hylasyachts.it

www.hotlab.it 

STAI A CASA, LEGGI VELA, FAI DEL BENE

Se ti abboni al Giornale della Vela, noi doniamo 10 euro all’Ospedale San Raffaele di Milano per far fronte all’emergenza coronavirus

ABBONATI SUBITO QUI!

——————————————————

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi