developed and seo specialist Franco Danese

VIDEO “Velisti, state a casa!”. Ve lo dicono Malingri, Pedote, Mura, Noseda e Miceli

Ti annoi a casa? Ecco come preparare l’attrezzatura da pesca per la traina leggera
19 marzo 2020
VIDEO – Scopri tutti i segreti del “nostro” TAG Heuer Aquaracer
20 marzo 2020

velistiRestate a casa, non usate la barca. Noi ve lo abbiamo detto, e ripetuto. Adesso ve lo dicono anche quelli che hanno fatto della vela uno stile di vita e un lavoro. Vittorio Malingri, Giancarlo Pedote, Andrea Mura, Dario Noseda e Matteo Miceli. Migliaia e migliaia di miglia sul “groppone”, centinaia di burrasche e momenti difficili affrontati in mare. Loro vorrebbero essere in barca, chi a regatare, chi ad attraversare l’Atlantico, chi a preparare il prossimo giro del mondo… Ma sono a casa, perché come dice Noseda: “La traversata più dura? Quella che stiamo vivendo ora…”. Abbiamo raccolto per voi le loro raccomandazioni. Repetita juvant, dicevano i latini: restate a casa!

VELISTI CHE STANNO A CASA

VITTORIO MALINGRI: “CHI STA FUORI, DA CASA O IN BARCA, E’ UN PIRLA”
Partiamo con il messaggio più lungo e “colorito”, quello di Vittorio Malingri. Il navigatore oceanico che è nato e cresciuto sul mare, membro di una delle più grandi tribù della vela italiana, si esprime senza mezze misure: “Dovete stare a casa, rompervi i cosiddetti a fare un sacco di cose che non avete mai fatto, e dovete romperli a chi non sta a casa!”. D’obbligo anche il paragone nautico: “Quando fuori c’è la burrasca, e stai navigando, non devi stare in coperta. Te ne stai sotto. Fai lavorare il pilota automatico. Chi sta fuori a fare il pirla è un pirla. In barca, a casa, in tutti i modi!”.

GIANCARLO PEDOTE: “FACCIAMO TUTTI UN PICCOLO SFORZO!”
Più composto – ma la sostanza del messaggio, “state a casa!”, non cambia – è Giancarlo Pedote, Velista dell’Anno 2016 (secondo alla Mini Transat) e unico italiano che prenderà parte al mitico Vendée Globe, il giro del mondo in solitario sugli IMOCA 60: “In questo momento navigare significa mettere a rischio le vite dei soccorritori e non è il momento di farlo. Ci sono persone che soffrono, negli ospedali, è un gesto di rispetto da parte nostra fare un piccolo sforzo per uscire da questa situazione! Leggetevi un libro, statevene a casa!”.

ANDREA MURA: “STATE A CASA, STATE A CASA, STATE ANCORA A CASA”
Andrea Mura, uno dei navigatori oceanici più vincenti d’Italia (ha vinto nella sua categoria Route di Rhum, Twostar, la Québec-Saint Malo e Ostar), Velista dell’Anno 2014, è lapidario: “State a casa, state a casa, state ancora a casa fino a che non sarà necessario. Approfittiamo di questo momento per stare insieme alla nostra famiglia, per progettare, innovare, meditare!”.

DARIO NOSEDA: “E’ QUESTA LA TRAVERSATA PIU’ DIFFICILE”
Dario Noseda, il “pazzo” del lago di Como che ha stupito tutti attraversando l’Oceano con una piccola Star (aggiudicandosi il titolo di Velista dell’Anno 2018) ha le idee chiarissime: “La traversata più dura? Quella che stiamo vivendo ora. Ma stando a casa ce la faremo”.

MATTEO MICELI: DA VELISTA A CARROZZIERE
Chiudiamo con Matteo Miceli (Velista dell’Anno 2008), che visti i tempi di stop forzato ha deciso di svestire i panni del velista oceanico per indossare quelli del “carrozziere” e ci saluta mentre è pronto a riparare un bus nel suo giardino (che ricorda molto quello di Into The Wild!). A proposito Matteo: cosa ci fa un bus arrugginito nel tuo giardino?

A cura di Eugenio Ruocco

STAI A CASA, LEGGI VELA, FAI DEL BENE

Se ti abboni al Giornale della Vela, noi doniamo 10 euro all’Ospedale San Raffaele di Milano per far fronte all’emergenza coronavirus

ABBONATI SUBITO QUI!

——————————————————

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

1 Comment

  1. antonio ha detto:

    Voglio vedere io chi vive in 40 metri quadri in città con i figli che sbroccano dalla mattina alla sera… per favore, voi con la campagna, non fate tanto i fighi! Certo che non bisogna uscire e non usciremo, ma un conto è attraversare una buriana con un 50 piedi un conto con un 21…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi