Che botta! Bruttissima collisione tra due J-Class ad Antigua, due feriti

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Mentre dalle nostre parti ogni attività agonistica è bloccata per il Coronavirus, ai Caraibi si regata. Guardate cosa è successo alla Superyacht Challenge Antigua tra i due J-Class Svea di 43.6 metri e Topaz  (J8) di 42.6 metri: le due imbarcazioni hanno avuto una bruttissima collisione mentre navigavano su mure differenti. Quello che viene colpito mure a dritta è Topaz.

Subito prima della partenza della prima prova, secondo quanto riporta la J Class Association, i due J-Class si sono scontrati riportando svariati danni. Una bruttissima botta in cui sono rimasti feriti due membri dell’equipaggio che sono stati trasportati in ospedale. Non ci sono vittime per fortuna, ma entrambe le barche si sono ritirate.

I due J Class che si sono già affrontati diverse volte sui campi di regata e a bordo vantano entrambi equipaggi di veterani esperti. Questa volta, però, per motivi ancora da chiarire, si è rischiato davvero grosso. Probabilmente una disattenzione…

 

STAI A CASA, LEGGI VELA, FAI DEL BENE

Se ti abboni al Giornale della Vela, noi doniamo 10 euro all’Ospedale San Raffaele di Milano per far fronte all’emergenza coronavirus

ABBONATI SUBITO QUI!

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L’imbianchino che rubò la Coppa America agli americani

Chissà se gli americani avrebbero mai immaginato che a interrompere il loro dominio sulla Coppa America, con un record durato 132 anni e 24 edizioni, sarebbe stato un nativo Inglese, emigrato in Australia dove aveva cominciato la sua carriera professionale

Torna su

Registrati



Accedi