developed and seo specialist Franco Danese

Le sinergie di First, Oceanis e Jeanneau: Beneteau si ispira al mondo dell’auto

TECNICA Mental training, ovvero come costruirsi una mentalità vincente nella vela
26 febbraio 2020
I campioni sono loro: ecco chi vince le regate su e giù per lo stivale (e non solo)
27 febbraio 2020

Il mondo della vela e quello delle automobili, ormai è noto, hanno non poche analogie. L’automobile è un modello di industria che spesso ha offerto spunti e ispirazioni al mondo della nautica e adesso anche il più grande gruppo al mondo di barche, Beneteau, ha deciso di ispirarsi ad alcuni concetti chiave del mondo automobile.

Proprio come avviene con le macchine, dove alcuni marchi, magari appartenenti a uno stesso grande gruppo, fanno accordi per produrre un modello di vettura che parte da una base uguale per tutti e poi viene declinata in maniera diversa a seconda del marchio, un processo simile sta avvenendo anche nella recentissima produzione di Beneteau.

03/09/2019, Cannes (FRA,06), Chantier Beneteau, First Yacht 53

Il First Yacht 53 è servito da base per il lancio e lo sviluppo del nuovo Oceanis Yacht 54: stesse linee d’acqua ma con pescaggio differente, tuga rivisitata con un layout più croceristico e interni più allineati con lo stile Oceanis.

Oceanis Yacht 54. Si notano le medesime linee del First Yacht 53 con un disegno della tuga differente e con l’aggiunta del rollbar.

Il Sun Odyssey 410, Jeanneau come è noto è un marchio del gruppo Beneteau, è servito invece come piattaforma per il lancio del nuovo Oceanis 40.1.

Anche qui le linee d’acqua saranno molto simili, l’Oceanis 40.1 è stato allargato leggermente, 20 cm in più, perché sarà l’unica barca di questa lunghezza sul mercato ad avere 4 cabine, ideale per il charter, anche per differenziarla dal Sun Odyssey, che è pensata per un utilizzo più armatoriale, e non mettere in competizione i due modelli. Ad avere un ruolo chiave nella differente declinazione di questi modelli è stata anche Nauta Design, ormai leader a livello internazionale nella progettazione degli interni e dei piani di coperta, che collabora da lungo tempo con Beneteau.

Oceanis 40.1

È chiaro quindi che la politica del gruppo è quella di ottimizzare al meglio le sinergie tra i vari marchi, una strategia per potere avere dei prezzi competitivi sul mercato e una qualità alta.  A proposito di prezzi: la differenza tra i modelli base delle due barche è di appena 600 euro: 167.800 euro il Sun Odyssey 410, 167.200 l’Oceanis. Proprio per non penalizzare un modello il gruppo le pone nella stessa fascia economica, sta al cliente decidere se prendere una barca con una filosofia un po’ più sportiva e personalizzabile, il 410, o più incline alla crociera pura e al mondo del charter, l’Oceanis. 

Ultima novità: con questa scelta strategica di Beneteau, per la prima volta entra il nome di Marc Lombard nel mondo Oceanis, prima dominato dallo Studio Finot/Conq. Lombard e Finot/Conq, un tempo grandi rivali nel mondo delle regate oceaniche, dove entrambi gli studi hanno scritto pagine importanti con grandi vittorie, oggi tasselli della grande strategia commerciale di un colosso della nautica.

www.beneteau.com

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi