I Club Swan 36 nel cuore della Croazia

Immaginate la più evoluta e performante barca monotipo del momento, il Club Swan 36, il piccolo foiler progettato da Juan kouyoumdjian. Immaginate di potervi allenare su questa barca, con il vostro equipaggio, guidati da un team di professionisti che seguirà ogni passo della vostra esperienza. Immaginate di poterlo fare nelle acque cristalline di Spalato, in Croazia, un luogo dove potrete alternare le uscite in barca con un bagno lungo spiagge dalla sabbia fine, senza lasciarsi scappare a terra una visita allo storico Palazzo Diocleziano. Tutto questo da quest’anno è realtà e si chiama ACI Sail. Di cosa stiamo parlando?

LA RETE DI MARINA

Si tratta di un progetto che è stato presentato ufficialmente all’ultimo Salone di Genova ed è operativo già da quest’anno. ACI è un ente nato nel 1983 che oggi raggruppa insieme 22 porti dedicati totalmente al turismo nautico lungo le coste croate.

ACI Sail è l’iniziativa interamente dedicata alla vela e realizzata con la partnership di Nautor’s Swan e in particolare della divisione Club del cantiere. Il nucleo del progetto è il centro di allenamento al Marina di Spalato, coordinato dal velista olimpico Ivan Kljaković Gašpić, con una flotta di 6 Club Swan 36. Barche disponibili per allenamenti mirati, team building o per il noleggio

IL PROGETTO

ACI sta nel business del mondo nautico da più di trent’anni e questo livello di amore, di  passione e di conoscenza del mare sono in grado di offrirlo soltanto pochissime compagnie nel mondo. ACI Sail è la continuazione della nostra ricca tradizione velica in edizione moderna. Oltre alla barca a vela innovativa ed avanzata con i migliori velisti come Ivan Kljaković Gašpić, offriremo anche un concetto unico e riconoscibile di navigazione a vela nell’Adriatico”, ha spiegato Kristijan Pavić, il direttore generale dell’ACI.

IL CLUB SWAN 36

La scelta dei 36′ non è un caso, dato che ricorda il primo Swan Tarantella che era per l’appunto un 36 piedi. Il Club Swan 36 però non ha nulla a che fare con il suo predecessore. Si tratta di un monotipo con foil a C pensati per ridurre la resistenza idrodinamica e fornire uno scarroccio addirittura positivo quando naviga di bolina. Murate svasate e prua inversa danno a questa barca l’estetica tipida dei racer di ultima generazione.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “I Club Swan 36 nel cuore della Croazia”

  1. L’Aci nell’ articolo si inventa spiagge di sabbia fine di fronte a Spalato !! Senza togliere nulla alle coste della Croazia ,che sono senz’altro splendide,ma la sabbia fine se la sognano…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Swan 55

VIDEO Swan 55 (16m): il bluewater che sa cambiare pelle

Il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova sono due appuntamenti da non perdere per i cantieri del settore e tutti gli appassionati. La nostra redazione è andata a bordo delle ultime novità, una di queste è il nuovo Swan 55,

sostenibilità

L’abuso della parola sostenibilità nel mondo della nautica

Siamo usciti dai saloni nautici di Cannes e Genova ubriachi di sostenibilità. Sembra, quest’anno, la parola magica da inserire nella comunicazione di ogni cantiere. Va bene, è il tema del momento complice la situazione mondiale. Ma andiamoci piano a sbandierare

Torna su