developed and seo specialist Franco Danese

Infinito Joyon: polverizato il record di Soldini sulla Rotta del Tè

VELA Cup & VELAFestival, è qui la festa! Scopri tutte le novità
20 febbraio 2020
TECNICA Come liberare il winch da una cima incattivata
20 febbraio 2020

Joyon fa festa all’arrivo a Londra

Sembrava un record difficile da attaccare quello di Giovanni Soldini e Maserati (LEGGI QUI), invece Francis Joyon con il trimarano Idec e il suo equipaggio non solo hanno stabilito un nuovo tempo sulla Rotta del Tè, da Hong Kong a Londra ma lo hanno fatto migliorando di molto quello del trimarano italiano.

Il tempo di Maserati era di 36 giorni, 2 ore, 37 minuti e 2 secondi, Joyon lo ha ritoccato decisamente facendo fermare le lancette in 31 giorni, 23 ore, 36 minuti e 46 secondi. Lungo le 15.873 miglia nautiche percorse sull’acqua Idec ha tenuto una velocità media di 20,7 nodi; il maxi trimarano ha attraversato quasi tutte le condizioni di vento, mare, sole e temperatura immaginabili con una serie di sorprese e di ostacoli inaspettati, navigando a volte senza problemi e a volte in condizioni molto scomode. Un viaggio che i cinque marinai hanno compiuto in tempi record, superando i confini in termini di prestazioni, e mostrando allo stesso tempo tenero amore e affetto per la loro venerabile barca varata nel 2006. Il Trimarano Idec ha vinto per tre volte la Route du Rhum ed è titolare del Trofeo Jules Verne in equipaggio.

FRANCIS JOYON IN BREVE
Il recordman degli oceani è nato nel 1956 a Hanches, nella piana agricola della piccola e sperduta regione dell’Eur et Loire. Francis Joyon è l’ex detentore del record assoluto del giro del mondo in solitario (57 giorni, 13 ore e 54 minuti), maturato nel 2008, battuto da Coville pochi giorni fa. Il primato lo aveva già conquistato nel 2004 a bordo del trimarano Idec, polverizzando il precedente record del 1989.

Verrà battuto l’anno successivo (di un solo giorno) dalla britannica Ellen MacArthur. Ma Joyon non si perde d’animo e, a bordo del nuovo Idec, lungo 30 metri, con una velocità media di 19,09 nodi consegue un risultato che ha resistito, scolpito nella storia, per quasi 9 anni (e fidatevi, in questo mondo in continua evoluzione tecnologica, non sono pochi). Solitario in mare e nella vita, è un tipo schivo e riservato: uno “scacciasponsor” che, nel mondo della vela oceanica, finisce per costituire un romantico stereotipo.

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi